Cusmai smonta l’amico Di Fonso: “Campione di preferenze a Foggia, ma non si candida con noi”

“Non si candida con noi, non c’è stata nemmeno una richiesta ufficiale”. Il coordinatore regionale di ‘Italia in Comune’, Rosario Cusmai, ferma la fuga in avanti dell’amico Massimiliano di Fonso. La squadra per le Regionali 2020 è quasi fatta, mancano pochissime caselle. Finora con il più suffragato di Foggia (circa 1500 voti alle ultime Comunali), c’è stata solo “una chiacchierata informale”.

Nel video di lancio del suo impegno politico per Bari, il sindacalista ha pensato bene di non inserire alcun logo o slogan che possa far intuire la collocazione di chi è passato dall’Udc, a Emiliano, fino alla Lega: tutte esperienze che hanno lasciato strascichi livorosi (prima con i Cera, poi con Ursitti&Co). Ora c’è il difficile rapporto con Franco Landella a Palazzo di Città. La candidatura in Regione è strettamente legata alla partita in Comune.

“Le discussioni per le candidature si fanno nel provinciale – continua Cusmai -, ci sono prassi e procedure che continuano ad essere valide, nonostante le difficoltà attuali di garantire alcune logiche tradizionali che da sempre hanno connaturato i partiti. Le interlocuzioni informali, in questo senso, non hanno alcun valore. Al momento ci mancano due candidati, la situazione un po’ più complicata è a San Severo. Ma sono tante le variabili da valutare. Una di queste è la possibile candidatura di due sindaci, Antonio Tutolo a Lucera e Nicola Gatta a Candela (quest’ultimo anche presidente della Provincia), che dovranno prendere una decisione difficilissima, quella di assumersi il rischio di lasciare un’amministrazione nel pieno del mandato con un salto nel buio: davvero saranno convinti a fare un passo del genere?”.

Il flirt del sindacalista con i pizzarottiani va avanti dal settembre dell’anno scorso. Allora, dopo la furibonda lite estiva con i luogotenenti di Matteo Salvini in Capitanata, sembrava tutto fatto. “Si sta lavorando ad una civica ampia, il presidente ha necessità di mettere insieme più liste per vincere. Tutti i socialisti della Regione Puglia entreranno in una grande civica. Pisicchio invece correrà da solo con Iniziativa Democratica. Con noi in provincia di Foggia ci saranno Gino Giorgione, Rosario Cusmai, Max Di Fonso, Pippo Liscio, Giuseppe Pica di Lucera, Marco Faienza di Torremaggiore un vecchio socialista, forse Michele Sementino. Stiamo cercando di convincere anche Pippo Cavaliere. Cerchiamo una donna forte sul Gargano”, dissero allora. Evidentemente la partita non è così semplice. Il governatore Michele Emiliano dovrà dare il proprio niet su alcuni nomi, tra questi potrebbe esserci proprio Di Fonso. Resta da capire cosa accadrà con Cera. Fino a settembre, dopo l’anomala bella stagione post Covid, potrà accadere ancora di tutto.





Change privacy settings