Quattro vele per il mare del Gargano, acque quasi al top in 11 comuni della provincia di Foggia. La classifica di Legambiente

Qual è il mare più bello d’Italia? Difficile dirlo. Gli oltre 7.000 km di coste che l’Italia vanta offrono paesaggi mai uguali, panorami e luoghi straordinariamente diversificati, e centinaia di splendide spiagge. “Il mare più bello 2020” prova a mettere ordine e a dare suggerimenti: non solo per gli amanti della tintarella, della spiaggia e del mare limpido e cristallino, ma anche per chi crede che alla qualità del mare deva essere abbinata anche l’attenzione all’ambiente e la presenza di servizi sul territorio.

Ecco dunque la precisa analisi di Legambiente, che da 20 anni insieme al Touring promuove il riconoscimento. Legambiente – attraverso i circoli locali e Goletta Verde – ha scandagliato la penisola e le isole, attribuendo a ogni comprensorio turistico le “vele”: da 1 (punteggio minimo) a 5 (punteggio massimo) le vele sono simboli che testimoniano non solo il livello di purezza delle acque ma in generale la qualità ambientale, la presenza di servizi, il consumo energetico (tra i temi analizzati, anche l’uso del suolo, l’energia, i rifiuti, la sicurezza alimentare, la depurazione delle acque, le iniziative per la sostenibilità).

Sono un centinaio i comprensori analizzati. E oltre 40 quelli premiati, dalla Riviera delle Palme al Salento, dall’Arcipelago Toscano alla Costa Cilentana. Senza dimenticare i laghi: una sezione è dedicata a una panoramica delle più belle vacanze lacustri, dai laghetti alpini al Trasimeno, dal Garda a Bolsena.

1. Le cinque vele marine premiano quest’anno 15 comprensori turistici: 5 sono in Sardegna, 3 in Toscana e Puglia, 2 in Campania, 1 in Liguria e Sicilia.

2. Tra le cinque vele marine, al primo posto assoluto il comprensorio di Baunei (provincia di Nuoro, Sardegna); al secondo Castiglione della Pescaia e la Maremma toscana (provincia di Grosseto, Toscana); al terzo il Litorale di Chia con Domus De Maria (provincia di Cagliari, Sardegna).

Vanno le 5 vele in Puglia alla Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari. Guidata da Polignano a Mare seguito da Ostuni, Monopoli, Fasano e Carovigno; Nell’Alto Salento Adriatico, con Melendugno, Otranto e Vernole in provincia di Lecce. Nell’Alto Salento Jonico. Comuni di Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo, Racale.

Si deve accontentare delle 4 vele invece il Gargano costiero e le isole Tremiti con le località di San Nicandro Garganico, Ischitella, Chieuti, Vico del Gargano, Rodi Garganico, Peschici, Lesina, Vieste, Monte Sant’Angelo e Mattinata. In totale la Puglia conquista 12 riconoscimenti.





Change privacy settings