Il Foggia apre il baule dei ricordi per i 100 anni “di puro amore”. Il video da brividi con i protagonisti della storia rossonera

L’ad Pelusi: “Presto torneremo ad incitarti a squarcia gola, a gioire, ad esultare e ad abbracciarci tutti insieme… nell’attesa, tanti auguri mio amato Foggia”

#CentoAnniDiPuroAmore

𝙰𝚙𝚛𝚒 𝚒𝚕 𝚋𝚊𝚞𝚕𝚎, 𝚖𝚎𝚝𝚝𝚒𝚝𝚒 𝚌𝚘𝚖𝚘𝚍𝚘, 𝚏𝚊𝚒 𝚞𝚗 𝚋𝚎𝚕 𝚛𝚎𝚜𝚙𝚒𝚛𝚘 𝚎 𝚌𝚊𝚙𝚒𝚛𝚊𝚒 𝚙𝚎𝚛𝚌𝚑𝚎̀...𝚗𝚘𝚗 𝚜𝚒 𝚌𝚘𝚖𝚊𝚗𝚍𝚊 𝚊𝚕 𝚌𝚞𝚘𝚛𝚎.𝙾𝙶𝙶𝙸...𝙴 𝙿𝙴𝚁 𝟷𝟶𝟶 𝙰𝙽𝙽𝙸 𝙰𝙽𝙲𝙾𝚁𝙰.❤🖤💯#CentoAnniDiPuroAmore....📀 #Morricone - Nuovo cinema paradiso📀 #Giorgia - Gocce di memoria

Posted by Calcio Foggia 1920 on Monday, May 11, 2020

“Apri il baule, mettiti comodo, fai un bel respiro e capirai perché… non si comanda al cuore. Oggi… e per 100 anni ancora”. Così il Foggia ha celebrato i suoi 100 anni di vita. In un video pubblicato su Facebook, introdotto dalla musica leggendaria di Ennio Morricone (Nuovo Cinema Paradiso), i rossoneri hanno aperto il baule dei ricordi per un tuffo nel passato attraverso volti e vicende di un secolo di storia.

L’ad Davide Pelusi ha mostrato sui social la maglia del centenario e il logo: “Oggi 12 maggio 2020, nel giorno dei festeggiamenti del “Centenario del Foggia”, in una silenziosa solitudine, mi ritrovo a riflettere sulla straordinarietà e l’assurdità di quanto sta accadendo intorno a me in questi mesi. Impensabile, inimmaginabile. Neanche la fantasia del più fervido scrittore avrebbe potuto scaturire un simile copione. Mai avrei immaginato l’onore di celebrare l’anniversario da AD del Foggia,… e ancor meno di farlo da distanziato, recluso in casa a Milano. Avere la fortuna di essere tifoso innamorato perso del nostro Foggia, festeggiarlo nell’anno del Centenario… e del Coronavirus. Chiudere un secolo ed inaugurarne un altro,… ma senza poter concludere il campionato. Non so quante volto ho sognato ad occhi aperti e pregustato lo scontro diretto con il Bitonto il 9 aprile, lo stadio pieno e la vittoria che ci spianava la volata alla vittoria del campionato, alla promozione in Lega Pro. Quante volto ho immaginato il 3 maggio e la festa sul prato dello Zaccheria in attesa del rientro della squadra da Santa Maria Capua Vetere. E i caroselli per le strade fino a piazza Cavour! …E invece il 12 Maggio 2020, mi ritrovo a pensare al caro Antonio che oggi non ci sarà a tagliare la torta celebrativa al centro del campo dello Zaccheria, per una celebrazione obbligatoriamente in tono minore e fra pochi intimi. Tutto ciò ha un nonsoché di sospeso, incompiuto, irreale, di grida di gioia strozzate in gola! Ma presto torneremo ad incitarti a squarcia gola, a gioire, ad esultare e ad abbracciarci tutti insieme…nell’attesa, tanti auguri mio amato Foggia!”



In questo articolo:


Change privacy settings