Pasqua e Pasquetta, la Cisl chiede che i sindaci emettano ordinanze di chiusura degli esercizi commerciali

“Evitare assembramenti che possono tramutarsi in potenziali focolai di espansione del CoronaVirus è di fondamentale importanza”

Riteniamo che le ordinanze di chiusura di tutti gli esercizi commerciali nella Domenica di Pasqua e nel lunedì di Pasquetta, emanate dai Sindaci di Apricena e Torremaggiore, siano un esempio da seguire per tutti i sindaci della provincia di Foggia”
È quanto affermano Carla Costantino Segretario Generale della Cisl di Foggia e Angelo Sgobbo Segretario Generale della Fisascat Cisl.
“Evitare assembramenti che possono tramutarsi in potenziali focolai di espansione del CoronaVirus è di fondamentale importanza. Così come è di fondamentale importanza garantire il riposo a lavoratrici e lavoratori impegnati in prima linea per garantire il funzionamento dei servizi essenziali come i supermercati. Invitiamo i primi cittadini a emettere tali ordinanze – sottolineano Costantino e Sgobbo – per la salvaguardia della vita umana e dei diritti fondamentali dei lavoratori. La Pasqua di rinascita tanto attesa passa attraverso la strada del rigore e del buon senso, perché è solo così che potremo tutti accelerare la via della ripresa e accorciare i tempi della dura lotta al contagio, oltre che porre un argine alle dolorose ferite che la pandemia sta apportando alla vita quotidiana tutti.”



In questo articolo:


Change privacy settings