Foggia, Fratelli della Stazione, Caritas e Comune cercano capannone per i senzatetto. Servono almeno 200 metri quadrati

L’associazione Fratelli della Stazione, in collaborazione con la Caritas diocesana di Foggia-Bovino e con il Comune di Foggia, cerca un capannone per i senza dimora, a seguito della chiusura del dormitorio allestito nei locali della parrocchia di Sant’Alfonso, a causa del Coronavirus e dell’impossibilità di rispettare i requisiti della distanza e sanitari.

Si cerca un immobile, un capannone di almeno 200 mq – per rispettare il requisito delle distanze – in cui poter allestire un dormitorio che offra accoglienza ad almeno 30 persone senza dimora, la cui responsabilità ed il contratto di fitto saranno a carico del Comune.
Chiunque abbia a disposizione un locale con queste metrature da fittare (o da mettere a disposizione gratuitamente per fronteggiare questa emergenza) può mettersi in contattato con l’associazione.

C’è già la disponibilità di un’associazione della Protezione Civile di Foggia per il coordinamento e la gestione fattiva del dormitorio.
Intanto, nei giorni scorsi, è deceduta una delle persone senza fissa dimora seguite dall’associazione, Giovanna. I volontari le hanno tributato un toccante ricordo sui social network.