Gran poker del Cerignola (in 10) al Brindisi. Festa al Monterisi, ora c’è il derby col Foggia

I gialloblù non patiscono l’inferiorità numerica e conquistano tre punti fondamentali per la classifica

Il Cerignola resiste in 10 e mette a segno un gran poker al Brindisi. Festa nel finale sul 4-1 al Monterisi. I gialloblù in dieci dal 28′ del primo tempo, conquistano tre punti fondamentali grazie alle reti di Longo, Sansone (doppietta) e Rodriguez.

Cronaca. Mister Feola conferma il 4-2-3-1 ma cambia qualche uomo. Caiazza e Di Cecco sostituiscono gli squalificati Rosania e De Cristofaro. In difesa, sulle corsie, ci sono Alfarano e Tancredi mentre davanti, alle spalle di Rodriguez, con Longo e Sansone c’è Loioidice. Mister Ciullo risponde con il 3-5-2: Marino in cabina di regia, Ancora e Toure davanti. La partita comincia con le marce alte. All’8’ subito Cerignola pericoloso: lancio millimetrico di Longo, Rodriguez scatta sul filo del fuorigioco, s’invola verso la porta, salta Pizzolato ma calcia sull’esterno della rete. Otto minuti più tardi però il gol del Cerignola arriva. Tiro cross di Rodriguez, Pizzolato si salva ma nulla può sul tap-in vincente di Longo: la palla sbatte sul palo ed entra in fondo al sacco per l’1-0 gialloblù. Il Brindisi non ci sta e replica con i volumi alti due minuti più tardi. Lancio perfetto di Ancora per Toure che scappa via a Longhi e in diagonale, a tu per tu con Cappa, pareggia. Il botta e risposta galvanizza gli ospiti che ci provano con il tiro dalla distanza di Ancora: pallla deviata in corner. Al 28′ l’episodio che lascia il Cerignola in dieci uomini: simulazione di Alfarano in area, doppio giallo per il difensore gialloblù e gara finita anzitempo. Il Brindisi prova subito a sfruttare la superiorità numerica ma, al 30′ il tiro a botta sicura di Dario (scaturito da una mischia in area sugli sviluppi di un corner) viene respinto dalla difesa ofantina. Il Cerignola si riassetta con Di Cecco spostato in difesa e Caiazza sulla corsia. Al 43′ Coletti sfiora il vantaggio con una bella punizione da posizione defilata: incrocio dei pali. La prima frazione termina con il colpo di testa largo di Rodriguez sulla punizione di Loiodice. 1-1 all’intervallo.

Nella ripresa il Cerignola sembra non patire affatto l’inferiorità numerica: al 52′ Sansone raccoglie una palla vagante in area e con un bel diagonale trafigge Pizzolato. Il Brindisi risponde con un tiro altissimo di Ancora ma è il Cerignola ad avere la partita in pugno. Rodriguez si gira bene in area e calcia forte in porta: Pizzolato respinge. Al 60′ il tris gialloblù è servito. Punizione perfetta dal limite di Sansone: palla sul palo del portiere, Pizzolato non ci arriva ed è 3-1 Audace. Il Brindisi fatica a creare azioni pericolose, ci prova Boccadamo ma il suo tiro è largo. Sul versante opposto è Caiazza ad arrivare bene al tiro: solo esterno della rete. Ma il poker gialloblù è solo rimandato e arriva al 74′: lancio perfetto di Longo per Rodriguez. Il cubano vola verso la porta avversaria e trafigge Pizzolato per la quarta volta. 4-1 Cerignola e titoli di coda sul match. Al Monterisi finisce così! Grande prova dei ragazzi di mister Feola che conquistano, in dieci, tre punti vitali. E ora testa al derby di domenica prossima contro il Foggia.



In questo articolo:


Change privacy settings