La pantera forse fuggita da residenza di noto boss. Squadra speciale in azione tra San Severo e Apricena

15 uomini con fucili caricati di anestetico continuano a monitorare l’area, soprattutto nella zona di via Castelnuovo ma non si esclude che l’animale si sia spostato in località “Boschetto”

Si fa largo l’ipotesi che la famigerata pantera sia fuggita dalla residenza di un boss di San Severo. Questa l’ultima novità sul caso del felino che da giorni impazza su social e tv. Secondo chi indaga, l’animale potrebbe appartenere a un pregiudicato vicino a uno dei clan mafiosi della città. Nel frattempo, 15 uomini con fucili caricati di anestetico continuano a monitorare l’area, soprattutto nella zona di via Castelnuovo, teatro degli avvistamenti ma non si escludono anche altre zone dell’Alto Tavoliere.

La pantera potrebbe essersi spostata in località “Boschetto” ad una manciata di chilometri da Apricena. Gli investigatori hanno piazzato una serie di gabbie-trappola per tentare di acciuffarla. I veterinari della Asl temono che l’animale possa inoltrarsi nei fitti boschi, ciò renderebbe ancora più complicata l’operazione ci cattura. Intanto è sotto analisi la capra trovata sgozzata a San Severo. La carcassa si trova presso l’Istituto Zooprofilattico di Foggia, si attende il responso degli esperti.



In questo articolo:


Change privacy settings