L’Audace Cerignola espugna il Casarano (in 10). Cordoglio per il giovane Santagata

I gialloblù inaugurano bene il 2020: ottavo risultato utile consecutivo della gestione Feola. Domenica arriva la Fidelis Andria al Monterisi

Comincia bene il nuovo anno per l’Audace Cerignola che supera 1-2 il Casarano nella difficilissima sfida del Capozza. Mister Feola conferma il solito 4-2-3-1 con Sarri al posto dello squalificato Cappa. Siku è il centrale con Longhi. Confermati Marotta-Longo-Sansone alle spalle di Rodriguez. L’ex Bitetto sceglie il suo 3-5-2 con Russo e il neo acquisto Favetta. Solo panchina per l’altro ex Foggia. La partita comincia con il commovente minuto di silenzio accompagnato da un lungo applauso per Raffaele Santagata, under del Casarano, scomparso in settimana a causa di una malattia fulminea. L’Audace comincia subito forte il match. Al 3′ Coletti ci prova con una punizione dalla distanza: palla di poco alta sopra la traversa. Quattro minuti dopo è il diagonale di Rodriguez a creare problemi alla retroguardia di casa. La risposta del Casarano arriva al 10′ con il tiro di Mincica deviato in corner da un attento Sarri. Al 17′ l’Audace sblocca il match. Cross dalla sinistra di Sansone, Occhiuto rinvia male spedendo il pallone sui piedi di Rodriguez che da pochi passi proprio non può sbagliare. 0-1 Cerignola. Il Casarano accusa il colpa e rischia di subire il secondo gol al 26′. Tiro forte dalla distanza di De Cristofaro: traversa piena. La partita è nelle mani degli ofantini che continuano ad attaccare e pressare alto. Al 33′ Rodriguez conquista palla e avanza con Longo ma il tiro del cubano è respinto in corner da Al Tumi. Dal corner seguente, calciato da Sansone, arriva la sfortunata deviazione di Russo che spedisce il pallone nella propria porta per il raddoppio Audace. Nel finale di tempo, il Casarano prova a rientrare nel match con il tiro dalla distanza di Mincica: bravo Sarri a distendersi e respingere. 0-2 all’intervallo.

Nella ripresa il Casarano cerca di riaprire in qualche modo il match ma resta in dieci al 54′. Grossa ingenuità di Russo che dà un calcetto a L. Russo sotto gli occhi del guardalinee: rosso diretto e Casarano costretto all’inferiorità numerica. Il Cerignola allora prova ad amministrare il match, gestendo il possesso palla. La gara scivola via fino al 75′ quando, quasi inaspettatamente, il Casarano riapre la contesa. Mincica raccoglie il lancio di Al Tumi e calcia in porta: tiro al volo, palla che sbatte sul palo e beffa Sarri. 1-2 e Bitetto che prova il tutto per tutto inserendo Foggia e Cianci. Rodriguez al 84′ calcia in porta: solo esterno della rete. Nel finale, Mattera colpisce di testa ma il pallone termina sul fondo. Finisce 1-2 per i gialloblù che inaugurano bene il 2020. Ottavo risultato utile consecutivo della gestione Feola e domenica arriva la Fidelis Andria al Monterisi.



In questo articolo:


Change privacy settings