Meloniani (senza Bruno Longo) si organizzano a Foggia, ma per le Regionali 2020 si naviga ancora a vista

Nei Fratelli d’Italia ci si sta un po’ incartando, con la consapevolezza che Raffaele Fitto è riluttante alla sfida contro Michele Emiliano

Alla fine il “bomber” Bruno Longo, come lo ha chiamato il coordinatore Giandonato La Salandra, non è venuto alla conferenza programmatica dei Fratelli d’Italia, perché impegnato ad Arezzo per l’Anci insieme agli altri amministratori dei Comuni italiani. In sue vece però a parlare dei vecchi valori della fiamma tricolore sono arrivati, insieme ai coordinatori pugliesi Francesco Ventola ed Erio Congedo, l’onorevole Paolo Agostinacchio e l’assessore comunale e genero Claudio Amorese.

L’ex parlamentare Franco Di Giuseppe con tutti i militanti ha sgomberato ogni dubbio su eventuali polemiche tra meloniani e azzurri di Forza Italia al Comune di Foggia. I forzisti con l’ingresso di Longo in una nuova formazione politica diversa da quella che lo ha eletto potrebbero mettere in dubbio la presenza del giovane assessore in Giunta e rimescolare così le carte della Giunta, per un riassetto che riequilibri i pesi. Ma l’assessorato in quota ai Fratelli d’Italia, con Matteo De Martino, è ben saldo. Così come la presidenza di Ataf. E si sa che Longo ha sempre ottenuto postazioni, da vero e proprio partito personale.

Al Palazzetto dell’Arte erano presenti tutti i maggiori esponenti provinciali. Dalla politica sangiovannese Nunzia Canistro, che non farà la riempilista e dice no a candidature di supporto per le prossime regionali, a Emilio Gaeta di San Severo, dove invece i FdI punta ad un nuovo protagonismo, dopo la sospensione di Francesco Stefanetti, per il post contro Liliana Segre, presente comunque ieri.

Il tema dell’indicazione della candidatura a presidente è centrale ormai nel partito. I vertici nicchiano e smentiscono la possibilità che sia l’onorevole Ylenja Lucaselli la prescelta al tavolo.

“Troppo poco esperta”, rilevano gli staff, benché vicinissima all’autorevole Guido Crosetto, anima economica della nuova fiamma. Resta segreto il nome dell’imprenditore non salentino custodito da Congedo.

Nei Fratelli d’Italia ci si sta un po’ incartando, con la consapevolezza che Raffaele Fitto è riluttante alla sfida contro Michele Emiliano.





Change privacy settings