Abusivismo, marciapiedi invasi dai tavolini in centro a Foggia. Chiesta task force agli assessori Carella e Amorese

Il maggiore Frattulino assicura: “In molti casi si tratta di attività che si stanno mettendo in regola o che intendono installare, come da regolamento, dei dehors”

Ampio dibattito negli uffici dell’assessorato alla Legalità e Sicurezza del Comune di Foggia del neo assessore Cinzia Carella, posizionato al comando della Polizia Municipale in Viale Manfredi.

Si è tenuta nei giorni scorsi l’ennesima riunione con l’associazione gli Amici del Viale del Quartiere Ferrovia per risolvere gli annosi problemi della zona Stazione. L’attivista e operatore culturale ed economico Mimmo Foglietta, attivo sul fronte della legalità, ha approntato un regolamento anti abusivismo commerciale, a vari step, che sulla carta comporterebbe una rapida risoluzione di alcune irregolarità.

Ad oggi, chi non paga l’occupazione del suolo pubblico viene sanzionato, ma raramente rischia il ritiro della licenza commerciale. Proliferano in molte zone della città piccoli ristoranti a cielo aperto, con tavolini di fortuna sui marciapiedi. Pochissime attività pagano il suolo pubblico.

Corso Roma, Via Matteotti, Via Bari, Corso Cairoli. Non si contano le pizzerie, le birrerie e le paninoteche e i lounge bar che posizionano tavoli per i loro avventori. Dov’è la legalità? Si chiedono alcuni cittadini attivi. In alcuni casi, come per un fruttarolo dei Quartieri Settecenteschi, il banco abusivo occupa anche uno stallo del parcheggio, causando quindi un nocumento pecuniario all’Ataf.

“Stiamo cercando di regolarizzare la situazione insieme all’assessore Claudio Amorese, in molti casi si tratta di attività che si stanno mettendo in regola o che intendono installare, come da regolamento, dei dehors”, spiega il maggiore Paolo Frattulino a l’Immediato.