Foggia: società dei tributi in odor di mafia. Il legale: “Non vengono contestati reati e condotte illecite”

Stando al provvedimento prefettizio, il caso riguarderebbe possibili condizionamenti e parentele sospette nella Adriatica Servizi del noto imprenditore locale, Marco Insalata che, attraverso il proprio avvocato, respinge ogni accusa

L’Adriatica Servizi in odor di mafia? Dopo il terremoto causato dall’interdittiva del prefetto Raffaele Grassi a carico della srl che si occupa di riscossione tributi per Foggia, Manfredonia e Monte Sant’Angelo, interviene il legale della società, Gianluca Ursitti: “Ai soci non viene contestato alcun reato né alcuna condotta illecita. Si tratta di una misura tutta da approfondire – dice a l’Immediato –, ma saremo più specifici carte alla mano. In ogni caso – conclude Ursitti – non si fa riferimento a condotte illecite”. Stando al provvedimento prefettizio, il caso riguarderebbe possibili condizionamenti e parentele sospette nella Adriatica Servizi del noto imprenditore locale, Marco Insalata che, attraverso il proprio avvocato, respinge ogni accusa. 

Sono due, come già scritto, le interdittive antimafia spiccate nelle scorse ore da Grassi. Oltre a quella nei confronti della “Adriatica Servizi srl”, c’è un’altra carico della “CTM srl” di Gianni Trisciuoglio. Le due società hanno entrambe sede a Foggia, la prima specializzata nel settore tributi, la seconda in quello edile. “Nel corso dell’istruttoria – fanno sapere dalla Prefettura – sono stati raccolti elementi tali da suffragare il pericolo di condizionamento nel regolare andamento delle pubbliche amministrazioni”.

Sono sette le interdittive antimafia emesse dal prefetto di Foggia, Raffaele Grassi da maggio ad oggi. “Non arretreremo di un millimetro nell’azione amministrativa antimafia tesa a verificare il regolare andamento delle pubbliche amministrazioni. Analoga attenzione sarà rivolta alle infiltrazioni mafiose negli enti locali”, ha dichiarato il prefetto. (In alto, Insalata, Trisciuoglio e Grassi)

Resta aggiornato gratuitamente su Facebook, clicca qui -> http://www.facebook.com/immediatonet