La Lega serra i ranghi e si organizza per le Regionali. A Foggia summit di “mister Papeete” coi dirigenti

Riunione con Massimo Casanova al “D-Campus” che potrebbe presto diventare il quartier generale del neo dirigente regionale Luigi Miranda, nominato a capo dell’organizzazione

Grande attesa domani alle 12.30 al D-Campus di Foggia in casa Lega per l’incontro di militanti e dirigenti con l’europarlamentare Massimo Casanova, primo degli eletti nel collegio Sud, subito dopo Matteo Salvini e grande mattatore dell’estate salviniana, con la crisi di governo scoppiata al suo Papeete e l’Estate Italiana Tour finita nella disfatta del partito del Capitano sostituito a Roma con l’alleanza giallorossa.

C’è da ricompattare il partito, che a Foggia, ma anche nel resto della Puglia, nonostante le nomine appena ufficializzate dal commissario Luigi D’Eramo, è ancora dilaniato da autosospensioni, come quella dei giovani capitanati da un escluso Mario Giampietro, sberleffi come quelli di Max Di Fonso, e malanimi.

Dopo Caroppo ad Ortanova anche Casanova serra i ranghi e lo fa in quel coworking che potrebbe presto diventare il quartier generale del neo dirigente regionale Luigi Miranda, nominato a capo dell’organizzazione del partito in provincia di Foggia nella segreteria di Daniele Cusmai. Lo stesso consigliere vichese mira ad essere eletto in Regione, in rappresentanza del Gargano.

Si guarda ovviamente alle prossime elezioni in Umbria, ma anche in Puglia la Lega cerca la sua personalità forte da porre al tavolo della coalizione. In pole l’onorevole Rossano Sasso, segretario a Bari e Nuccio Altieri, responsabile della comunicazione leghista pugliese.