Arriva il gelato al “Pancotto”, l’ultima genialata del peschiciano Michel Draicchio per esaltare la tradizione contadina

“Io consiglio di gustarlo in abbinamento con quello al grano arso Senatore Cappelli con passito di Primitivo di Manduria ed uvetta”

Michel Draicchio colpisce ancora. Il gelatiere peschiciano presente sulla prestigiosa guida del Gambero Rosso valorizza ancora una volta le tradizioni di Capitanata e presenta un gelato originalissimo, quello al pancotto.
“Sono orgoglioso di presentarvi il gelato che più rappresenta la nostra terra, un gelato contadino, povero, realizzato con materie prime che molto raccontano di storie vissute dai nostri nonni”, dice Draicchio. Il pancotto è un gelato realizzato con pane raffermo,  cime di rape, patata, fagioli, olio evo, aglio, pomodoro, peperone.
“Io consiglio di gustarlo in abbinamento al nostro gelato al grano arso Senatore Cappelli con passito di Primitivo di Manduria ed uvetta”, consiglia il gelatiere garganico, che ha già realizzato prodotti della tradizione come il gelato al lambascione, alla Burrata di Andria igp, alla ricotta di capra garganics, al pane con l’olio, ai “crustoli”, dolce tipico del Natale pugliese e tanti altri. Gli ingredienti sono sempre a chilometro zero ed in ogni caso rappresentano eccellenze territoriali pugliesi e non solo. Il gelato al Pancotto è l’ultimo nato di casa Draicchio, che nella piazzetta del Popolo a Peschici raccoglie oramai consensi internazionali. Esistono oltre cento ricette differenti di questo piatto povero e contadino e nella sua creazione Michel ha provato con orgoglio a raggrupparne alcune. E c’è riuscito anche stavolta.




Change privacy settings