Raffica di rimozioni auto a Vieste, è protesta: “Sistema da terzo mondo per fare cassa, perdiamo turisti”

Si susseguono segnalazioni soprattutto in zona castello. “Per veicoli che non creano nessun ingombro”. “Per due ruote sul marciapiede non ho trovato più la macchina. Con multa di 220 euro”

Monta la protesta a Vieste. Sotto accusa l’amministrazione comunale alla luce delle numerose rimozioni di auto avvenute durante questa stagione estiva. Si moltiplicano le segnalazioni alla nostra redazione e sui social.

“Per aver messo accidentalmente due ruote su un marciapiede non ho trovato più la macchina con multa di 220 euro – ci scrive un lettore -. Per forza che adesso non vuole venire più nessuno a Vieste”.

Una raffica di rimozioni soprattutto in zona castello, “circa 10 al giorno in quell’area”. Per i cittadini viestani ci sarebbe il rischio concreto di perdere turisti.

“Vengono rimosse a tappeto auto che non creano nessun ingombro. Questo sistema di autofinanziamento del Comune è suicida, da terzo mondo”, afferma un cittadino sui social.



In questo articolo: