Cerignola, il patron Grieco: “Più forti di prima, non ci spaventano Foggia e Taranto. Il sogno continua”

“Il nostro campionato partirà con due settimane di ritardo, ovvero il 15 settembre. Voglio vedere la squadra scendere in campo e lo stadio pieno di tifosi, sono stanco di parlare di tribunali e ricorsi. Io non mollo”

Il giorno dopo la decisione del Tar, il presidente dell’Audace Cerignola Nicola Grieco ha incontrato la stampa per spiegare la sua posizione: “Non lascerò la mia grande passione: il calcio. Mi sento più forte di prima, tutte queste esperienze nel bene e nel male fanno crescere. Dobbiamo sempre ricordarci da dove siamo partiti – le parole del patron -. Il nostro sogno deve continuare e sono certo che torneremo più forti di prima. L’anno scorso siamo arrivati secondi e per me è stata una sconfitta. Mi piace vincere – ha aggiunto -. Costruiremo una squadra competitiva per la Serie D. Il nostro campionato partirà con due settimane di ritardo, ovvero il 15 settembre. Ne ho già parlato col presidente Gravina della Figc. Non ci spaventano le avversarie come Casarano, Foggia, Taranto o Brindisi. Noi giocheremo nel girone H. Voglio vedere la squadra scendere in campo e lo stadio pieno di tifosi, sono stanco di parlare di tribunali e ricorsi”.

Al suo fianco un combattivo Franco Metta: “Non molleremo di un centimetro, tutta Cerignola è con il presidente. Il secondo posto non lo abbiamo rubato a nessuno”, ha tuonato a gran voce il primo cittadino. “Il Monterisi è più illuminato del San Nicola di Bari e di San Siro”.