Emergenza case a Foggia, 35 alloggi liberi in via Lucera per le famiglie dei container. Il duello Emiliano-Landella

“Se il sindaco procede con le autorizzazioni e gli allacci, siamo pronti per l’assegnazione”, ha assicurato il governatore in un messaggio ad una mamma

Quest’oggi il governatore Michele Emiliano è atteso all’Arca Capitanata per illustrare il modello Margherita di Savoia col quale l’istituzione per l’edilizia economica e popolare, presieduta dall’avvocato Denny Pascarella, ha acquistato all’asta degli alloggi privati rispondendo così alla sempre più alta emergenza abitativa.

È fissato per il 31 luglio il tavolo col Prefetto, a cui parteciperanno sia il sindaco Franco Landella sia lo stesso Emiliano, per l’annosa questione delle famiglie nei container di Via San Severo, attualmente alloggiate a scaglioni all’Hotel degli Atleti, con la consegna di pasti caldi, in attesa di una disinfestazione efficace contro blatte, topi e bisce che hanno invaso l’area.

Le famiglie chiedono che i container vengano abbattuti. In questo momento tra i 40 nuclei familiari di Via San Severo ve ne sono anche due con uomini ai domiciliari. Secondo le informazioni in possesso delle famiglie sarebbero almeno 35 gli appartamenti nelle palazzine Arca di Via Lucera liberi, dal momento che alcuni assegnatari hanno rifiutato. 20 le case “murate”, ancora chiuse, nelle prime palazzine già assegnate. Circa 15 le chiavi libere in quelle con la facciata di mattoncini ancora, non consegnate.

“Se il sindaco procede con le autorizzazioni e gli allacci, siamo pronti per l’assegnazione”, ha assicurato Emiliano in un messaggio ad una mamma. Insomma la soluzione c’è ed è a portata di mano, ma l’impressione è che il sindaco stia tirando la corda per ottenere il via libera sull’Housing sociale.