C’è un nuovo sceriffo in città: ecco Tafaro, capo della squadra mobile di Foggia. “Uomo giusto al momento giusto”

Novità in Questura, Mario Della Cioppa presenta anche il suo numero due: Paolo Di Domenico. “Arriviamo in un territorio complicato ma stimolante”

È iniziata l’era di Antonio Tafaro a capo della squadra mobile di Foggia. Oggi la presentazione ufficiale in Questura. Con lui anche il nuovo vicario del questore, Paolo Di Domenico, abruzzese come Mario Della Cioppa col quale ha già lavorato in sinergia ad Alessandria. “Abbiamo avuto modo di instaurare un modello lavorativo e organizzativo. Ritrovo un collega che sicuramente darà il massimo per questa realtà” – ha detto Della Cioppa che su Tafaro ha spiegato: “Conosce bene le dinamiche criminali foggiane in quanto la squadra mobile di Bari (da dove proviene, ndr), nell’ambito della lotta alla criminalità organizzata, ha competenza anche sulla Capitanata. È un funzionario di altissimo livello, ben conosciuto dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Bari. L’uomo giusto, al posto giusto e al momento giusto”.

Contento dell’incarico il capo della mobile che ha dichiarato di voler proseguire in continuità il percorso del suo predecessore, Roberto Pititto. “Non abbiamo fissato una scala di priorità. Di certo ho constatato una serie di fibrillazioni alle quali abbiamo sempre risposto in maniera immediata. Il tutto in piena sinergia con la DDA e la Procura di Foggia. Lavoriamo per stare sempre sul pezzo. Episodi delittuosi gravi si sono registrati sul Gargano ma non solo”.

Sorridente e motivato, Di Domenico: “Arrivo a Foggia che rappresenta per me un ideale completamento delle funzioni vicariali. Qui un territorio complicato ma esaltante, con stimoli diversi”.

Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/immediatonet