Regione sospende attività della discarica di Deliceto, rifiuti verranno conferiti nell’impianto Amiu di Foggia e a Lucera

L’Ager (Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti) ha comunicato, con una nota del direttore generale Gianfranco Grandaliano, la sospensione delle attività di trattamento meccanico biologico di Deliceto

L’Ager (Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti) ha comunicato, con una nota del direttore generale Gianfranco Grandaliano, la sospensione delle attività di trattamento meccanico biologico di Deliceto, gestito dalla Biwind srl di Rocco Bonassisa, oggetto nei mesi scorsi di diversi servizi giornalistici e denunce alla Procura.

“Con la presente – scrivono dalla società -, a seguito del provvedimento di sospensione dell’attività ai sensi dell’articolo 29 decies comma 9 lett. B9 del Dlgs 152/2006, adottata dalla Regione Puglia – sezione autorizzazioni ambientali del 20 aprile 2009 -, avente ad oggetto l’impianto di trattamento meccanico biologico ubicato nel territorio del Comune di Deliceto, gestito dalla società Biwind, si dispone che i rifiuti indifferenziati con codice cer 200301 prodotti dai Comuni siano conferiti presso l’impianto di trattamento meccanico biologico ubicato nel territorio del Comune di Foggia e gestito da Amiu Puglia Spa, il tutto comunque nei limiti e con le modalità prescritte dalle autorizzazioni vigenti. La presente avrà efficacia dal giorno 22 aprile 2019 sino al 30 giugno 2019”.

“La lotta paga sempre – ha commentato la pentastellata Grazia Manna di Troia -, non mi stancherò mai di difendere l’ambiente, la salute dei cittadini e di ogni altro essere vivente; non si tratta di un fulmine a ciel sereno, ma del gioco di squadra di vari soggetti che hanno a cuore tutto ciò. Le interrogazioni dei portavoce 5 stelle al Presidente della Regione Puglia ed al Ministro dell’Ambiente, gli esposti/denunce delle associazioni Italia Nostra e della Lipu, del Sindaco di Ascoli Satriano, degli attivisti 5 Stelle in merito allo sversamento di percolato, tossico e cancerogeno, dalla discarica Biwind/Agecos di Deliceto – in terreni adiacenti e nel torrente Carapelle – hanno dato i primi risultati utili. L’umido e le ramaglie di 27 Comuni dei Monti Dauni e della piana di Capitanata, non saranno più scaricate nella discarica Biwind di Deliceto di proprietà dei Bonassisa, ma saranno consegnati in larga parte a Lucera presso la discarica Montagano. Eppure – conclude la pentastellsta – il Comune di Troia con determinazione n. 36 del 26/02/2019, aveva già impegnato la somma di euro 50 mila per continuare a conferire l’umido alla Biwind/Agecos di Deliceto, per tutto il primo semestre 2019, al fine di garantire la continuità del servizio prestato da circa 15 anni”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come