Ragazzi down sviluppano ulteriori abilità a Foggia. Ecco “Realizziamo un sogno”, la raccolta solidale di Civico 21

L’associazione promuove una campagna attraverso la vendita di uova pasquali. Obiettivo realizzare un laboratorio multimediale

L’associazione Civico 21 di Foggia, che da diversi anni si occupa di implementare l’autonomia personale, sociale e abitativa dei ragazzi con disabilità intellettiva, promuove una campagna di raccolta solidale attraverso la vendita di uova pasquali. Tale iniziativa è stata intrapresa per realizzare un laboratorio multimediale dove i ragazzi potranno sviluppare ulteriori abilità. Con l’acquisto delle uova pasquali, disponibili al costo di 7 euro sia con cioccolato al latte che fondente, si potrà contribuire a realizzare un laboratorio multimediale con tablet, pc e lavagna elettronica.  

Gli ausili tecnologici saranno adoperati per l’aumento della sicurezza della casa, attraverso il monitoraggio degli impianti; per la facilitazione nella gestione degli spazi domestici attraverso l’applicazione “dispensa”, che consente di mantenere l’ordine della cucina ed il controllo delle provviste; per l’assistenza in azioni quotidiane, come la compilazione lista della spesa, anche da parte di diversi utenti che non sanno leggere e scrivere. Inoltre, saranno utilizzati per la gestione del tempo attraverso indicatori di durata visivi ed uditivi e per la comunicazione da/verso l’esterno, attraverso strumenti di accesso controllato tra chi è in casa e chi è fuori (educatore-ragazzo e viceversa). 

Molte persone con sindrome di Down presentano difficoltà linguistiche nella forma e/o nel contenuto verbale, che influenzano la fluidità dell’eloquio, la capacità di espressione e comunicazione. L’utilizzo di una comunità virtuale può rappresentare un efficace strumento per la valorizzazione delle capacità comunicative, relazionali ed espressive, nonché per il miglioramento dell’inclusione sociale. 

La capacità di auto-organizzazione, così come quella di scelta e libera iniziativa, rappresenta per molte persone con sindrome di Down un potenziale (o reale) limite alla propria autonomia personale e sociale. Per superare quest’ostacolo è importante favorire la costruzione di contatti raggiungibili e relazioni indipendenti, attraverso l’utilizzo di strumenti accessibili. 

Gli obiettivi del progetto e della raccolta fondi sono, quindi, l’integrazione sociale e professionale delle persone adulte con sindrome di Down attraverso le tecnologie dell’informazione e della comunicazione: in particolare si lavorerà per incrementare le capacità di socializzazione attraverso la formazione in informatica e la creazione di una comunità telematica specialmente dedicata. 



In questo articolo:


Change privacy settings