“Io la donna più suffragata da 10 anni, quella da battere”. Annarita Palmieri candidata con Pippo Cavaliere

Scettica sulle politiche abitative di Landella. “Il sindaco ha lavorato, ma c’è molto malcontento nei suoi riguardi”

Non svela il simbolo del centrosinistra extralarge con il quale si candiderà, ma Annarita Palmieri è certa di un dato: è ancora la donna da battere a Foggia con i suoi oltre 900 voti raccolti nel 2014, ma vanificati per la sconfitta di Augusto Marasco. 
Candidata consigliera con Pippo Cavaliere, la politica centrista ieri ha organizzato un piccolo incontro con i cittadini nel cuore del centro storico, negli spazi del mercato Arpi. Pizza finale con il gruppo di supporter e il candidato sindaco. Nessun ticket con uomini “deboli” per lei, sebbene tutti l’abbiano chiamata, incluso Angelo Cera, come confida a l’Immediato. 
“In questi 5 anni ho continuato a lavorare – spiega -, è da circa 10 anni che sono la più suffragata di Foggia, fino a quando non mi tolgono questa bandierina Annarita Palmieri è la donna più forte”.

Scettica sulle politiche abitative di Landella. “Il sindaco ha lavorato, ma c’è molto malcontento nei suoi riguardi”.
Nel breve comizio tenuto tra i bassi, la politica ha avuto parole di apprezzamento per l’ingegnere. “È una persona serissima non seria, si è dedicato alle famiglie disagiate per tanti anni, è un buon padre, un ottimo marito. Va votato”.
Galvanizzato anche il candidato sindaco dalle tante signore che lo hanno incitato. “Ho sempre pensato che alla fine del cammino della nostra vita ognuno di noi sarà chiamato a fare un bilancio. Il bilancio sarà positivo nella misura in cui avremo aiutato il prossimo. Per questo ho accettato di candidarmi”, ha evidenziato.
Ho 60 anni, non ho interessi, non devo difendere le parti di qualcuno. Noi decideremo insieme la Giunta nominando persone specchiate e amate dalla città. La città è ai piedi di Cristo. Una delle prime persone a cui ho pensato è stata Annarita e le ho detto: Io ho deciso di fare un sacrificio che vale 100, tu devi farne uno che vale almeno 10, senza il vostro supporto non vinceremo. È una persona semplice, umile e in grado di sacrificarsi. Annarita sa cos’è l’impegno”.