Il “Cammina CAI” per la prima volta sui Monti Dauni: due tappe nel weekend tra sentieri e rifugi

I camminatori di Capitanata si ritroveranno sabato 23 e domenica 24 marzo per il ritrovo dei partecipanti in Via Martiri di Via Fani

Sabato 23 e domenica 24 marzo il “Cammina CAI 2019” parla anche foggiano. Per la prima volta, nell’ambito dell’iniziativa che a livello nazionale sta coinvolgendo tutte le Sezioni CAI e le popolazioni attraversate dal Sentiero Italia, sarà percorsa anche la parte relativa alla provincia di Foggia. Dalla località Avellaneta nel Comune di San Marco La Catola fino ad Alberona (prima tappa) e da Alberona a Monte Cornacchia, passando per il Rifugio CAI in località Casonetto, per giungere infine a Castelluccio Valmaggiore (seconda tappa), saranno numerosi i camminatori di Capitanata e non solo. Il ritrovo per i partecipanti è previsto alle 6.45 di sabato a Foggia, in Via Martiri di Via Fani (nei pressi del Liceo Scientifico “A. Volta”), con partenza alle 7 in pullman, destinazione località Avellaneta (Bosco di S. Cristoforo).

“La prima tappa – spiega il Presidente del CAI Foggia, Ferdinando Lelario – ha una lunghezza di 23 km, con una percorrenza di nove ore circa; la seconda, in programma domenica, ha una lunghezza di 16 km circa e un tempo di percorrenza di sette ore. L’escursione non presenta particolari difficoltà tecniche e non vi sono tratti esposti. Tuttavia, sia per il dislivello, che per la lunghezza e la tipologia del terreno, richiede a ciascuno dei partecipanti un buona preparazione, impegno fisico, resistenza e senso di responsabilità. Il pullman sarà disponibile sia la sera di sabato 23 marzo da Alberona, per chi volesse rientrate a Foggia, che la mattina di domenica 24 marzo da Foggia, per chi volesse partecipare alla seconda tappa”.

Il progetto “Sentiero Italia CAI” ha preso avvio due anni fa: prima si sono fatte le verifiche del tracciato che fu del “Cammina Italia CAI 1995”, poi i rilievi per ripristinare la segnaletica e apportare alcune modifiche necessarie per ovviare alle criticità e ricostituire un tracciato ininterrotto, lungo quasi 7.000 km e suddiviso in circa 400 tappe. Il Sentiero Italia curato in Puglia dal Gruppo Regionale CAI, partirà dal confine con il Molise, sul ponte dei Tredici Archi a San Marco La Catola, continuerà passando da Candela e Rocchetta S. Antonio e salendo sulle Murge, fino ad arrivare a Grottaglie in provincia di Taranto, saranno quindi 320 i chilometri che gli escursionisti potranno percorrere in Puglia. Per partecipare alle tappe foggiane occorre contattare il CAI Foggia entro venerdì 15 marzo 2019.