Fiume umano in Fiera a Foggia, via al concorso per 2500 operatori socio sanitari. In 5 giorni 25mila candidati

Arrivate persone da tutta la Penisola. I test copriranno anche la parte pratica, grazie ad una serie di questionari preparati dalla società affidataria della procedura

Un fiume umano pronto a giocarsi un posto da operatore socio sanitario. Foggia si è organizzata al meglio, oggi, per ospitare partecipanti da tutta Italia al maxi concorso da 2445 posti nella sanità pugliese. Due sessioni al giorno (mattina e pomeriggio) per cinque giorni, con 5mila candidati al giorno, per un totale di 25mila aspiranti.

Non era mai accaduto che un’azienda – in questo caso il Policlinico di Foggia – organizzasse una procedura di questa portata. Anche perché, secondo le prime informazioni disponibili, sono arrivate persone da tutta la Penisola. I test copriranno anche la parte pratica, grazie ad una serie di questionari preparati dalla società affidataria della procedura.

Le modalità di svolgimento della prova pratica prevista dall’11 al 15 marzo sono state puntualmente preannunciate in occasione delle comunicazioni precedenti sul sito aziendale” e che “la possibilità di pubblicare e utilizzare una banca dati di tests è esclusivamente prevista e praticamente possibile in occasione di prove preselettive”.

Infatti dai 3000 ai 5000 quiz a risposta multipla sulle più disparate materie (logica, cultura generale, legislazione, strumenti e modalità lavorative ecc.) sono preventivamente pubblicati per consentire abitualmente l’esercizio ai test che caratterizzano l’esame preselettivo che ha come obiettivo previsto per legge la drastica limitazione dell’elenco degli idonei alle prove successive (prova pratica e prova orale).

Entrando nel dettaglio, “per ciascun turno di prova sarà somministrato ai candidati presenti un questionario composto da 30 quesiti più 3 di riserva, da svolgere in un tempo massimo di 45 minuti, vertenti sulle procedure tecnico-operative che l’Operatore Socio Sanitario deve conoscere per svolgere al meglio il proprio lavoro”. Ad ogni risposta esatta verrà attribuito 1 punto, ad ogni risposta errata, multipla o omessa non verrà attribuito alcun punteggio, e saranno ammessi alla successiva prova orale tutti i candidati che avranno ottenuto alla prova pratica il punteggio minimo di 21/30esimi.

Resta aggiornato, seguici su Facebook: http://www.facebook.com/immediatonet