Musica Civica, la razza umana raccontata da Guido Barbujani e il folklore finlandese delle Kardemimmit

Il genetista italiano illustrerà le meraviglie dell’itinerario che millenni fa portò l’uomo dall’Africa verso l’esplorazione e la colonizzazione di gran parte delle terre emerse. Il viaggio proseguirà alla volta della Finlandia con le magiche atmosfere di Maija Pokela, Jutta Rahmel, Anna Wegelius e Leeni Wegelius

La decima edizione di Musica Civica prosegue il 10 marzo con un viaggio avvincente e affascinante attraverso i millenni e le melodie di antiche popolazioni finniche. Si partirà con Guido Barbujani, genetista e scrittore italiano di fama internazionale, verso la conoscenza di duecentomila anni di migrazioni umane, dai primi esemplari di Homo sapiens ai sette miliardi di persone che oggi popolano il pianeta. Attraverso lo studio del DNA e di come le differenze genetiche sono distribuite fra popolazioni, Barbujani è infatti arrivato a dimostrare come il concetto tradizionale di razza non rappresenti una descrizione soddisfacente della diversità umana.

Così, domenica prossima, a partire dalle 18, racconterà al pubblico del Teatro Giordano le meraviglie di quell’itinerario che millenni fa portò l’uomo dall’Africa verso l’esplorazione e la colonizzazione di gran parte delle terre emerse. Nel suo intervento il genetista toccherà temi in quest’epoca particolarmente  cruciali come migrazioni, radici e sopravvivenza; tuttavia non sarà una lezione, ma un tragitto avventuroso in cui Barbujani condurrà gli spettatori alla scoperta delle proprie origini.

Il viaggio proseguirà alla volta della Finlandia con le magiche atmosfere delle Kardemimmit e del loro concerto “The sound of the Finnish forest”. A Foggia si ascolterà infatti musica tradizionale e popolare finlandese proposta da Maija Pokela, Jutta Rahmel, Anna Wegelius e Leeni Wegelius, giovani musiciste che suonano insieme dall’età di 10 anni, con all’attivo tour in tutto il mondo, diversi premi internazionali conseguiti e numerosi dischi realizzati. A caratterizzare questo affiatatissimo quartetto musicale è la strumentazione originale e inedita che fa del kantele, strumento musicale nazionale finnico a 15 e 38 corde appartenente alla famiglia delle cetre, un vero co-protagonista di questo concerto che è una sublime combinazione di musica antica e sound nuovo e originale.

Lo stesso nome dell’ensemble – un mix tra il nome di una spezia finlandese e una parola per indicare donne audaci – racchiude l’essenza di questa formazione, che è tra le più interessanti realtà finniche emergenti, apprezzata in Europa, Nord America e Giappone. Il pubblico foggiano – grazie alle proposte selezionate dal direttore artistico della rassegna, Gianna Fratta – potrà apprezzare il sound di un ensemble coraggioso, pioneristico ed innovativo.

Musica Civica 2019 si avvale del supporto del progetto 3Digital Concert cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Puglia – Assessorato all’Industria Turistica e Culturale e Assessorato all’Agricoltura –, del Comune di Foggia, del progetto D.A.M.A. a valere sul Fondo di Sviluppo e coesione 2014-2020 e di numerose istituzioni private, come, tra le altre, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, la Fondazione Apulia Felix, la Ditta Capobianco, la Fortore Energia spa, la Banca Mediolanum. L’ingresso all’evento è con abbonamento o biglietto in vendita al botteghino del Teatro Giordano (Piazza Cesare Battisti) a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo (dalle ore 17) ad un prezzo variabile dai 10 ai 15 euro a seconda del posto. Per ulteriori informazioni o prenotazione dei biglietti si possono contattare i numeri di telefono 328.1588160 e 0881.711798, o si può scrivere a musicacivica@gmail.com.