Allegria Landella, il sindaco accoglie col sorriso la sfida delle Primarie

Il primo cittadino di Foggia: “Quando si fa parte di una squadra pur non condividendo le tattiche di gioco, bisogna giocare la partita”

Alla fine è arrivato il messaggio di Franco Landella, prima dell’incontro telefonico di questo pomeriggio col segretario Mauro D’Attis. Nella riunione di ieri con la maggioranza era già emerso il profilo della sfida. Il popolo di Franco Landella e il popolo degli altri eletti, capitanato dal capogruppo azzurro Consalvo Di Pasqua è pronto. Si sono messi le scarpette da ginnastica per correre.

Questa sera nella nuova sede della Lega al Viale della Stazione il segretario Andrea Caroppo è chiamato a scegliere tra i due possibili candidati, Luigi Miranda o Antonio Vigiano. Molti leghisti della prima ora però potrebbero non accettare la carta del presidente del Consiglio di Foggia, che ha votato tutti gli atti dell’amministrazione Landella.

Allegro il sindaco nel videomessaggio. “Quando si fa parte di una squadra pur non condividendo le tattiche di gioco, bisogna giocare la partita. E io che sono un uomo di squadra scenderò in campo per tenere unito il centrodestra. Parteciperò alle Primarie per far sì che non vinca il centrosinistra che ha già devastato la città di Foggia nei conti e nell’immagine o ancora peggio far venire gente incompetente e incapace, basti pensare alla città di Roma .

Con me e con il centrodestra unito, abbiamo vinto, Foggia ha vinto, tanto abbiamo fatto con sacrificio e passione, con tanto tanto cuore. E tanto c’è ancora da fare per migliorare le condizioni della nostra amata Foggia. Io ci credo, credeteci anche voi”.