Re Iemmello: “Brividi tornare allo Zaccheria. Mazzeo? Con lui spero di fare le fortune del Foggia”

“Non vedo l’ora di dare il mio contributo”: l’attaccante ex Benevento scalpita. Dopo l’infortunio al ginocchio sta bene, è in pieno recupero. E ora attende il gol

Pietro Iemmello è tornato, ora attende il gol. Dopo due brevi apparizioni nel finale di gara a Cittadella e allo Zaccheria contro il Brescia, l’attaccante calabrese dopo la sosta sarà a disposizione di mister Grassadonia a partire dai primi minuti di gioco. “Sto bene, sono contento di essere entrato in queste ultime due gare – ha detto nel pomeriggio in conferenza stampa -. In questi due anni (tra Sassuolo e Benevento, ndr) ho fatto esperienze diverse. C’è stato un apprendimento calcistico ed extra-calcistico che mi ha migliorato. Sono felicissimo di essere ritornato a Foggia. Sabato quando sono entrato in campo allo Zaccheria ho avuto i brividi. Quando scegli di giocare qui sai di avere delle responsabilità a priori. Ma non è un peso che mi blocca nelle prestazioni, anzi non vedo l’ora di dare il mio contributo”.

Il ritorno. L’addio fu dopo la sconfitta contro il Pisa durante la finale playoff, ma la strade del Foggia e di Iemmello non si sono mai separate. “Quella partita non l’ho dimenticata. L’ho rivista tante volte – ha ricordato -, perché quell’anno avevamo fatto tanto per essere promossi in Serie B. In città si era creata un’atmosfera davvero speciale che non si respirava da tanti anni”.

Turno di riposo e pausa nazionali. “In questi giorni stiamo provando qualcosa di nuovo, tra soluzioni e variazioni di gioco. La squadra ha grandi margini di miglioramento – assicura Iemmello -. Dopo la sosta credo che si potrà vedere un Foggia migliore, sotto un’altra prospettiva. Il modulo non è detto che sia per forza il 4-3-3-. Potrebbe essere il 4-2-4 o un altro ancora. In passato ho giocato in diversi ruoli, anche come esterno con mister De Zerbi, ora sarà Grassadonia a scegliere la posizione giusta per me”. L’attaccante è tornato ad allenarsi in gruppo da meno di un mese a causa di un intervento al ginocchio e dopo le cure riabilitative effettuate a Cesena. “Per un anno e mezzo ho avuto un edema osseo, non sapevo i tempi di guarigione – ha spiegato -. In Serie A non mi allenavo durante la settimana, giocavo solamente la domenica, ma in massima serie non potevo avere quei ritmi. Ora è tutto passato, mi sono operato e sto bene. Ovviamente più giocherò e più sarò al 100%”.

Obiettivi. “Fare gol nella prossima partita a La Spezia – il Re non ha dubbi -. Come squadra dobbiamo migliorare perché proponiamo un calcio propositivo, con giocatori di qualità che possono fare tutto a livello tattico. La sosta arriva nel mezzo del girone di andata ma non è male perché poteva arrivare alla fine e quindi potevamo trovarci con l’acqua alla gola. Prendiamola in maniera positiva per migliorarci e per arrivare a La Spezia per vincere la partita”. Infine, un’ultima battuta sul compagno di reparto, l’attaccante Mazzeo. “Giocare con Fabio mi darà belle sensazioni. Speriamo di fare le fortune di questo Foggia” – chiosa Iemmello.