Trasporto pubblico, la Regione Puglia punta a ridurre i chilometri. “A rischio posti di lavoro”

La Fit Cisl: “Chiediamo alla politica massima attenzione su questi delicati temi che investono il diritto della mobilità e dei lavoratori”

La Fit Cisl col segretario Fabio Lo Muzio ha scritto a tutti i sindaci della pentapoli di Capitanata più ai primi cittadini di Monte e San Giovanni, insieme al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e alla Provincia di Foggia per avere notizie certe sul possibile ridimensionamento delle tratte chilometriche del trasporto pubblico locale.

La Regione con il suo assessore al ramo Giovanni Giannini e la tecnostruttura regionale ha annunciato dei tagli nel corso del vertice, tenutosi presso la Provincia di Foggia il 20 settembre, alla presenza delle aziende di trasporto urbano della Capitanata dal quale è scaturito il tavolo odierno tecnico in Regione.
“Il tavolo non lascia intendere niente di buono. C’è forte preoccupazione tra i sindacati e i lavoratori del settore per le indiscrezioni e notizie che si diffondono tra gli addetti ai lavori. Un taglio, che sfiora medie del 30%/40%, sembrerebbe incombere sulle aziende di trasporto pubblico urbano, alcune di esse già all’osso, per i chilometri non remunerativi ma indispensabili alla mobilità urbana e extraurbana con le relative ricadute sui livelli occupazionali e qualità del servizio”, osserva Lo Muzio in una nota. Il sindacalista ricorda “l’impegno dell’assessore Giannini, in fase di elaborazione del piano di bacino, a garantire sia i livelli occupazionali che i diritti acquisiti per i lavoratori del comparto”. Ma se i tagli fossero veri tutte quelle promesse apparirebbero seriamente in discussione.

“Come Segretario della Fit Cisl di Foggia chiedo alla politica massima attenzione su questi delicati temi che investono il diritto della mobilità e dei lavoratori. Non mi spiego come mai al tavolo tecnico ci siano solo proprietà e associazioni datoriali senza il coinvolgimento delle parti sociali. Auspichiamo un tavolo tecnico congiunto per poter dare il nostro supporto attraverso un confronto costruttivo e proficuo”.
Le diverse segreterie territoriali sindacali di settore il 22 settembre scorso, dopo aver saputo del vertice in Provincia, al quale non erano state invitate, hanno chiesto ufficialmente un incontro monotematico nel quale fare chiarezza sulla reale volontà degli apparati regionali in vista delle gare d’ambito del segmento gomma del 2019.
“Perdere chilometri è una cosa grave e allarmante poiché se non adeguatamente contrastata potranno essere a rischio numerosi posti di lavoro”, hanno scritto nella missiva inviata anche al Prefetto Massimo Mariani.



In questo articolo: