Avvenenti influencer scatenano l’amore per il Gargano, trabucchi e Pizzomunno dominano Instagram

Immagini all’alto col drone e infiniti scatti più o meno studiati e filtrati stanno esaltando ancora di più le bellezze del promontorio. “C’è interesse enorme sulla storia garganica”

Ci sono i blogger brasiliani di Monday Feelings con le loro recenti splendide immagini dello yoga dall’alto col drone e infiniti scatti più o meno studiati e filtrati, che stanno facendo dei trabucchi storici una meta immancabile del viaggio sul Gargano. Con la inaugurazione di ieri del recuperato Trabucco di San Lorenzo a Vieste, sponsorizzato da Amgas Blu e Ascopiave, l’associazione Rinascita dei Trabucchi Storici segna un altro obiettivo nel proprio percorso di recupero delle magnifiche architetture del mare.

“Abbiamo riscontrato un interesse enorme per i trabucchi – spiega a l’Immediato il presidente Giovanni Spalatro – ogni giorno sono almeno 250 le persone che effettuano una visita. I trabucchi sono diventati un luogo turistico speciale, quando ci attrezziamo per pescare i turisti si avvicinano dalla spiaggia e i numeri salgono. Con la pesca esperienziale nella quale facciamo partecipare gli astanti abbiamo totalizzato in 3 anni circa 6mila visite. E questi sono i dati fissati con gli appuntamenti specifici, le visite calendarizzate. Se contiamo tutto il resto ossia le persone che si avvicinano i numeri aumentano. Con accesso libero non si contano le persone affascinate dai trabucchi. È un attrattore culturale dal potenziale enorme. Domenica avremo il Sole 24 Ore, 2 anni fa ci fu l’articolo del National Geographic. La rivista della Lonely Planet ci ha dedicato la copertina, è venuta la tv di stato giapponese, arrivano i travel blogger. Chiunque passa per il Gargano viene e chiede di fare un’esperienza sul trabucco o di partecipare alle lezioni di yoga sulla piattaforma”.

I trabucchi secondo Spalatro hanno ancora tantissima potenzialità perché osserva “al di là dei media di nicchia dedicati specificamente ai viaggi particolari il trabucco non è ancora arrivato ad essere un simbolo per il Gargano. La Montagna Sacra ha ancora problemi ad essere conosciuto perché il Parco a livello di promozione mediatica fa pochissimo”.

Pizzomunno ha avuto la fortuna di un cantautore di tiratura nazionale e aggiunge: “Per noi il nostro cruccio è recuperare e riaprire i trabucchi per una risonanza mediatica, su Vieste ce ne sono altri 10 da recuperare. Abbiamo finito San Lorenzo, ora ci riposiamo un po’ anche perché i cantieri sono complessi e richiedono una precisione certosina e poi punteremo a al Trabucco di Santa Croce quello di fronte al faro di Vieste, per il quale stiamo pensando ad una modalità di crowdfounding”.

Quali i sono i trabucchi più fashion? “Sicuramente ad ora quelli più sviluppati sono nella Costa Nord, ma sono convinto che diventerebbero ambitissimi quelli all’interno del centro storico. A Vieste nella città ci sono 3 trabucchi, che speriamo di recuperare: Ripa, San Francesco e Grotta delle Travi, che è ancora presente nel cuore dei viestani.  Per la lora forza scenica saranno loro a farla da padrone nelle cartoline”.

Intanto crescono gli influencer o aspiranti tali che toccano Vieste nei loro viaggi e che diffondono l’immagine della città garganica sui social con migliaia e migliaia di like. Quattro ragazze pugliesi in particolare, Manuela Vitulli, le sorelle Martucci de La Chiusa delle More Rossella e Sara e Alessia Russo, con migliaia di followers, stanno spargendo la bellezza di Vieste, guarnendola di tutto l’armamentario di hashtag e desiderabilità di Instagram, con un immaginario codificato senza mai sbavature à la Chiara Ferragni. Scorci mozzafiato, fiori, mare blu, originali vestiti svolazzanti, perfette colazioni colorate e sorrisi di una spensieratezza languida e giovane. Tutti ci provano a scattare foto acchiappalike sui trabucchi, ma loro sono più brave, più fashion e più ricche. In un misto tra lavoro remunerato per l’advertising e naturale e soppesata  felicità.

La fotografa Manuela Vitulli è una freelance con un suo blog molto seguito “Pensieri in Viaggio”, ha al suo attivo  la nomination ai Macchianera Awards 2017 come miglior travel blogger in Italia (piazzandosi al quinto posto), la menzione tra gli 8 influencer italiani più noti su La Repubblica – unica blogger selezionata nel settore travel (agosto 2016), su L’Espresso (cartaceo, dicembre 2017) e su Cosmopolitan (gennaio 2018).

Sul Gargano Vitulli insieme alle amiche e “colleghe” sta dando una mano al nuovo profumo AquApulia. La giornalista assicura con le sue foto presenza ed engagement sui social media, impatto della fotografia sul blog, uno storytelling attraverso i social  e in particolare instagram e l’influenza perché spiega “molti, tra i miei lettori, hanno scelto i loro viaggi o hanno acquistato nuovi prodotti leggendo il mio blog e affidandosi ai miei consigli, ai miei racconti, alle mie emozioni”.

“Qui, al Trabucco di Cala Molinella, è iniziato il mio amore per il Gargano. Complice il profumo della macchia mediterranea, il rumore del mare, la poesia che questo antico gigante della pesca riesce sempre a evocare.  E complice Cala_molinella, il villaggio ecosostenibile che mi ha coccolato e continua a coccolarmi ogni volta che torno. Un’oasi di relax per tutte le età, anche per i bambini grazie alla fattoria didattica e alle altre attività proposte con la passione e l’amore che contraddistingue questa struttura”, scrive una delle 4 influencer.

Il legno consumato dalle onde marine che vivaci si infrangono su di esso, il vento che scompiglia i capelli e quella sensazione di sospensione e libertà assoluta. Questo è il trabucco, non solo uno strumento di pesca ma anche un simbolo distintivo della costa di Vieste.  Oggi il Gargano mi ha accolta con il sole e il vento, l’odore del mare e del legno e le note ozoniche.  Il trabucco è il collante tra cielo e mare, quando ci si trova lì, si riesce a percepire la parte migliore di entrambi”, scrive Alessia Russo, che è Rux su Instagram con gli immancabili aggregatori #apuliatravels #weareinpuglia#weareingargano #trabucchistorici.

È mozzafiato la foto dell’attrice Valeria Nardilli, il pretesto è la pubblicità di alcuni stivaletti, ma dietro c’è la cartolina viestana ad abbracciare il suo sorriso. Insomma con pochi scatti le giovani influencer possono spostare più turisti di qualsiasi azione promozionale istituzionale.