“Viaggio in Italia”, la rivista Il Mulino fa tappa a Foggia. Dibattito con Gianfranco Viesti e Saverio Russo

All’evento, che si svolgerà a Parcocittà, interverranno anche Luigi Marchitto (Capitanata Futura), Antonio Russo (Acli) e Giovanni Quarato (Comitato unitario permanente degli Ordini e dei Collegi professionali)

Il Mezzogiorno nel “Viaggio in Italia” della rivista il Mulino farà tappa a Foggia, mercoledì 30 maggio 2018, nell’importante incontro che si svolgerà a Parcocittà a partire dalle 18.30. L’evento, promosso da Capitanata Futura, Acli, Arci, Legambiente Circolo “Gaia”, Fai, Lettere Meridiane e il CUP (Comitato unitario permanente degli Ordini e dei Collegi professionali) vedrà la presenza di Gianfranco Viesti, professore ordinario di Economia applicata del Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Bari, e sarà presentato da Saverio Russo, dell’Università di Foggia. Introdurranno la serata gli interventi di Luigi Marchitto (Capitanata Futura), Antonio Russo (Acli) e Giovanni Quarato (CUP). “Poche nazioni come l’Italia sono segnate dalla grande varietà dei suoi luoghi e delle sue città. Una varietà che da sempre è all’origine della sua forza e della sua bellezza, ma anche delle sue difficoltà di governo – spiega Viesti in un passaggio riportato sul sito della rivista” -. Nei nostri racconti, i cambiamenti di questo scorcio del XXI secolo sembrano relativamente limitati. Eppure ci sono, in parte conseguenze della gravissima crisi economica dell’ultimo decennio, la peggiore della storia unitaria”.

L’evento a Parcocittà è preludio di una serie di incontri pensati dalle associazioni promotrici per lanciare un progetto a tappe che avrà come obiettivo aprire sul territorio una finestra di discussione sul temi lanciati dall’Agenda 2030, il programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. L’incontro del 30 maggio precederà infatti un altro momento informativo, in programma il prossimo 25 giugno sempre a Parcocittà. “Nei vari incontri focalizzeremo alcune tematiche proposte dall’agenda 2030 per capire come sono innestati o si possono innestare nelle dinamiche socio-economiche del nostro territorio – spiegano gli organizzatori -. L’idea è anche quella di elaborare un piccolo documento per ciascun incontro che tenga traccia delle discussione prodotta e serva poi a dare spunto di riflessione e, perché no, proposta per la città. Intorno alle varie iniziative intendiamo di volto in volta coinvolgere anche le forse produttive e sociali, oltre che ovviamente tutti i cittadini per ampliare ed arricchire il più possibile la discussione”.