A Foggia c’è aria di anni ’90, è tornata la disco. Intanto arriva Skin, cachet? 20mila euro

C’è attesa per la serata dj con Skin organizzata dallo staff del Bellavita Eventi all’Histoire di Foggia il prossimo sabato 27 gennaio. In conferenza stampa gli organizzatori hanno evidenziato che “portare artisti di grosso calibro è sempre un rischio, ma dove c’è entusiasmo si può creare movimento e perché no anche turismo”. “A volte si parla troppo della crisi delle discoteche e del settore della notte, ma serve solo creare entusiasmo, non si ha il coraggio di osare”, hanno spiegato i giovani manager, davanti al loro sponsor principale, l’imprenditore Luigi Giannatempo dei supermercati La Prima. “Il mio impegno va oltre la sponsorizzazione, testimonio la riuscita dei nostri eventi organizzati da Bellavita. Ogni nostra indicazione è sempre andata alla grande. Il mio è un appoggio sentito”, ha osservato con convinzione l’alimentarista titolare di decine di supermarket in provincia di Foggia e di una piattaforma alimentare propria.
A l’Immediato Nico Mucelli a due giorni dalla presentazione della serata rivendica anzitutto la “verità” del loro evento, che da molti era stato tacciato di “fake news” all’inizio. È tutto vero: la leader degli Skunk Anansie sarà a Foggia, ultima tappa alla consolle prima della partecipazione a Sanremo dove duetterà con le Vibrazioni.

“La capienza legale dell’Histoire purtroppo è solo di 1150 persone, i biglietti sono in vendita nel circuito di Bookingshow. I privè vicino alla consolle sono 50 nella sala grande dove suonerà Skin e pochi altri nella sala piccola”.
Chi frequenta l’Histoire sa che i privè in casi eccezionali hanno anche ospitato 50 persone ammassate, ma sabato solo 10 potranno essere al tavolo con bottiglia di prosecco. I tagliandi per i posti a sedere sono già esauriti. 600 già venduti ad un prezzo assai modico, 12 euro, senza consumazione. Restano poche centinaia di biglietti in piedi. “Abbiamo evitato prezzi stratosferici perché volevamo un bel po’ di massa, per fortuna abbiamo gli sponsor a coprire le spese”. Non mancherà il pubblico da altre parti d’Italia. Lecce, Pescara, Napoli. Il cachet di Skin dj si aggira intorno ai 20mila euro più le spese per il viaggio e il pernottamento, ancora ignoto. Ma la star dovrebbe scegliere il Cicolella o Vigna Nocelli, per poi ripartire subito domenica.
Un bel colpo per il Bellavita Eventi che si prepara all’appuntamento del 16 marzo con “i Ditelo voi” e per la nuova edizione di “Orgogliosi della nostra terra” ai Mercati di Città ad agosto. Gli eventi della scorsa estate tra Via Zara e Via Manfredi furono un grande successo. Da Raf a dj Albertino. “Quest’estate faremo qualcosa anche col Comune, ma stiamo decidendo”, anticipa Mucelli.
Il desiderio di disco dopo un decennio quasi di crisi sta rimontando, come confermano anche altre serate danzanti al Replay e altrove. Mucelli è fiducioso: “Noi facciamo One night all’Histoire, ma vedo che anche il Replay sta ritornando, sta tornando la voglia di divertirsi di notte, forse perché alcuni bar hanno smesso di proporre musica fino a notte fonda. La discoteca è un luogo più consono. C’è voglia di ballare”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings