La sfida del Foggia Incedit, via al campionato. Ma l’impiantistica in città non è agibile

Al via il campionato di seconda categoria. Domenica 8 ottobre, l’ASD Calcio Foggia Incedit incontrerà, alle ore 15:30, il Carpino Calcio sul campo di Ordona.
Il gruppo sportivo – datato 1957 – fonda le radici nella storia del calcio foggiano. Ad oggi conta tre squadre; quella maschile che partecipa al campionato di seconda categoria pugliese (girone A), quella femminile impegnata esclusivamente per scopi solidali e sociali e infine quella dei ragazzi speciali, con finalità di integrazione. “Sono davvero contento di questo avvio di campionato per una squadra che riprende le origini della nostra Foggia” – ha commentato il sindaco di Foggia, Franco Landella.

Le attività con il gruppo femminile si svolgeranno puramente a sostegno solidale, come il supporto, ad esempio, delle popolazioni terremotate. In assenza di un impianto sportivo vero e proprio, dotato di campi e strutture adeguate allo svolgimento di tutte le attività, l’associazione sportiva unisce le forze, pur recriminando il costo dell’affitto di alcuni campetti di oratori e chiese, ad un prezzo non sempre oneroso.
“L’impiantistica di numerose strutture non è agibile – ha spiegato l’assessore con delega allo Sport Sergio Cangelli -. Siamo partiti dal vertice per i lavori di adeguamento dello Stadio Zaccheria. So – ha inoltre aggiunto – che la FIGC ha individuato alcuni impianti nel nostro territorio. Foggia infatti, è una città con molti impianti sportivi che necessitano però, di una manutenzione continua e che, ad oggi, il Comune non è in grado di dare”.

Un campionato sicuramente ancora in via di definizione, che col tempo darà le adeguate risposte. Non a caso, il direttore sportivo, Michele Di Spaldro, non si sbilancia a tal proposito. Alla conferenza di presentazione hanno preso parte anche il Vice Presidente Nico Palatella, l’allenatore della squadra Enrico La Salandra, e le rappresentative tecniche e calcistiche delle tre formazioni, i rappresentanti delle associazioni di ragazzi “speciali” che andranno a formare la squadra.
A testimonianza delle radici storiche ancorate nel calcio foggiano, sarà presto allestita una mostra che ripercorrerà le tappe dell’Ads Calcio Foggia Incedit.