Atleti medagliati in provincia di Foggia, grande prova nel karate. E ora si sogna Tokyo

La palestra Jishin di Torremaggiore e la Shintaikan di San Paolo di Civitate, entrambe coordinate dal direttore tecnico Michele Luciani, maestro 5 dan e arbitro internazionale Jka, ha portato il team alla sesta manifestazione nazionale, Coppa Jka, del 5 marzo scorso a Cantù insieme ai suoi allievi cinture nere nonché istruttori Maria De Cristoforo, Piombo Nicola Donato e Giovanni Costantino che hanno visto salire sul gradino più alto del podio i propri atleti. 

La gara organizzata dalla JKA Italia (Japanese Karate Association), ha visto arrivare atleti da tutte le regioni italiane con oltre 400 partecipanti, dalle cinture bianche fino alle nere. Le medaglie sono state ben 9 tra oro, argento e bronzo. Tra i vincitori Domenico Di Donna, cintura gialla, classificato al primo posto kumite e secondo kata, Cosimo Toriaco, cintura gialla, 3° posto kata e 3° posto kumite, Costantino Sabino, cintura arancione, 1° posto kumite e 3° posto kata, Giovanni Rutigliano, cintura marrone, 3° kumite. E ancora, la cintura nera 2 dan Maria De Cristoforo che si è aggiudicata due medaglie di bronzo classificandosi terza a kumite e kata. Sfiorato invece il podio dalla cintura nera Giovanni Costantino e da Guglielmo Rutigliano, rispettivamente 4° e 5°. 

“Il nostro obiettivo, adesso – fanno sapere gli atleti -, è quello di partecipare ai prossimi campionati europei che si terranno il 24 giugno 2017 e al 3° AFROEURASIA International Friendly Competition dove cercheremo di strappare una medaglia”. La speranza, infine, è quella di vedere un atleta foggiano protagonista alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Un ringraziamento speciale al nostro maestro Michele Luciani, un grande uomo nella vita e nello sport”. 





Change privacy settings