Con le motoseghe fanno a pezzi gli alberi del Gargano, due persone in manette

Questa notte, militari dei reparti di Umbra e Vieste coordinati dal Coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente del Parco Nazionale del Gargano di Monte Sant’Angelo, hanno proceduto all’arresto di due presone di Cagnano Varano, mentre tagliavano e trafugavano legna in località Valle del pezzente – Bosco Quarto agro di Monte Sant’Angelo in demanio comunale.

I militari, dopo un’attenta attività di indagine e appostamenti, hanno sorpreso in flagranza di reato i due soggetti che con un autocarro dotato di fari, procedevano con motoseghe a tagliare indiscriminatamente alberi. Successivamente li depezzavano per poi procedere alla vendita del legname sul mercato nero garganico. 

I due arrestati di Cagnano Varano, sono B.G. classe 77 e L.M. classe 88. Il primo pregiudicato il secondo incensurato. Sono stati sequestrati un autocarro, motoseghe, attrezzi da taglio e diverse decine di quintali di legna.

L’operazione rientra in un’organizzata attività di prevenzione e repressione ordinata e disposta dal CTCA di Monte Sant’Angelo a tutela dell’ambiente del patrimonio boschivo dell’area Parco. Sono in corso ulteriori indagini per verificare la sussistenza di eventuali complici.