A Foggia visite oculistiche gratuite per la prevenzione del glaucoma

1532891-visita_oculistica

Sabato 21 gennaio, i Service Club della prima circoscrizione (Lions Club Trainer: Lions Club Foggia Umberto Giordano) insieme alla Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Foggia, organizzano uno “screening oculistico gratuito per la prevenzione del glaucoma e della degenerazione maculare senile” presso la Clinica Oculistica del Policlinico Ospedaliero-Universitario di Foggia, diretta dal professor Nicola Delle Noci, dalle ore 9 alle ore 12.
La prima circoscrizione del distretto Lions 108AB, Coordinatore per le Attività in favore della Vista Francesco Montini, nell’ambito dei service per il Centenario del Lions Clubs International, ha adottato il Progetto “Sharing the Vision” che promuove screening della vista per evitare futuri casi di cecità tra la popolazione.
Le visite oculistiche verranno eseguite dall’equipe del prof. Nicola Delle Noci sotto la supervisione del dott. Vincenzo Russo, responsabile del Centro Glaucoma dell’Istituto di Oftalmologia dell’Università di Foggia dal 2005, ed avranno lo scopo di evidenziare i fattori di rischio per le suddette malattie come l’elevata pressione degli occhi, la morfologia del nervo ottico e della retina ed il fondo oculare.  Il glaucoma è una patologia insidiosa che rimane asintomatica fino agli stadi terminali, quando le cure risultano inefficaci ed il rischio di cecità diventa concreto.
La Società Oftalmologica Italiana ha definito questa malattia “il ladro silenzioso della vista” mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ha inserita tra le priorità proprio per le obiettive difficoltà di diagnosticarla precocemente.  Purtroppo, l’incidenza del glaucoma nella popolazione è destinata a crescere con l’invecchiamento.La prevenzione intesa come diagnosi precoce diventa indispensabile per evitare gravi conseguenze socio-economiche sulla società futura.
La Degenerazione Maculare Senile (AMD) è considerata la principale causa di grave perdita dell’acuità visiva e di cecità nella popolazione occidentale di età superiore ai 65 anni. In Italia si calcola che ne siano affetti circa un milione di persone. La diagnosi si effettua tramite un accurato esame del fondo oculare, supportato da indagini diagnostiche come la fluoroangiografia e l’OCT (tomografia a coerenza ottica).
Per tale malattia la prevenzione è importante per diagnosticare le forme iniziali che possono oggi giovarsi di trattamenti farmacologici e di fotocoagulazione laser molto efficaci.
L’evento è aperto a tutti. Si accettano prenotazione per le visite di screening al seguente recapito telefonico o via mail: 0881.732663 fino a venerdì dalle ore 12-13; cell. 335.8404547 fino a venerdi dalle ore 15-16; framontini63@gmail.com





Change privacy settings