Foggia, arresto lampo per giovanissimi rapinatori del market Sigma. C’è anche un minore

polizia notte

Nella serata di ieri, agenti della squadra mobile gruppo “Falchi” coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, hanno arrestato in flagranza di reato per rapina aggravata Pasquale Padalino, 22enne foggiano, pregiudicato. Deferito in stato di libertà anche il minorenne L. A. nato a Foggia classe 2001, già noto alle forze dell’ordine nonostante la giovanissima età.

Attorno alle 19 e 33 di ieri, la locale Sala Operativa ha diramato una nota radio di una rapina in corso presso il supermercato SIGMA di via Martiri di Via Fani 86, ad opera di due giovani coi volti travisati e armati di pistola.

Giunti nella zona interessata dall’evento criminoso un equipaggio della squadra mobile gruppo Falchi unitamente a tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce hanno setacciato le vie adiacenti al supermercato al fine di rintracciare i due autori della rapina.

Gli agenti hanno sorpreso i due all’ interno di un cortile posto a protezione del condominio di via Patierno 11, mentre si spogliavano di alcuni abiti. Immediatamente riconosciuti hanno provato la fuga in direzioni opposte.

Un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine ha però intercettato Padalino in via Patierno. Prima della cattura il giovane ha gettato a terra una pistola scacciacani prontamente recuperata e sequestrata. Perquisito, il 22enne è stato trovato in possesso di 161 euro in banconote di vario taglio e monete, somma considerata il bottino della rapina.

Recuperati e sequestrati anche gli abiti dismessi dai due giovani più altro vestiario e passamontagna utilizzato dai due malviventi nella perpetrazione della rapina sparsi nella zona del loro rintraccio.

La pattuglia della squadra mobile ha continuato le ricerche del minore per tutta la serata fino a quando alle 22 è stato rintracciato in via Gallilei, rione Candelaro, mentre si intratteneva con dei coetanei. Alla vista degli agenti ha tentato l’ennesima fuga ma è stato bloccato nel giro di pochi attimi. Padalino, assolte le formalità di rito, è stato condotto in carcere, il minore affidato ai genitori.