Il Foggia schianta la Vibonese. Rossoneri primi con il Lecce

image

I rossoneri tornano allo Zaccheria, questa volta contro la Vibonese, new entry nel campionato di Lega Pro. Assenti, nella seconda delle quattro giornate di squalifica, i tifosi, che non se ne stanno a guardare ed incitano la loro squadra anche all’esterno dello stadio. Stroppa schiera un 4-3-3 con Mazzeo, Chiricò e Sarno in attacco, Agnelli, Vacca, Riverola, a  centrocampo. Davanti a Guarna, invece, Angelo, Coletti, Empereur e Rubin.
I satanelli iniziano sin da subito a farsi vedere dalle parti di Russo, con un cross di Angelo, che però non va a buon fine. Al 10′ Chiricò ci prova ma non trova la porta.14317360_1108308212580525_2875453270752254508_nAl 13′ Riverola batte una punizione, anch’essa senza esito positivo. I rossoneri ripartono e gestiscono la partita e Chiricò, con la sua velocità, recupera un pallone pericoloso giunto nelle vicinanze di Guarna. È la Vibonese a battere il primo angolo, segue il Foggia con Sarno. Prima Mazzeo, poi Riverola, non riescono a portare in vantaggio i rossoneri. Arrivano anche i primi cartellini gialli, per Paparusso e Giuffrida. Ma poco prima della fine del primo tempo arriva il gol di Riverola che porta i rosseneri in vantaggio. Un minuto di recupero prima di andare negli spogliatoi. Foggia avanti 1 a 0.

14322432_1108296235915056_4165038443545644367_nInizia la ripresa con Mazzeo che prova un tiro ma il pallone deviato va fuori. Il Foggia recupera subito palla. Costantino intanto cambia, esce Paparusso entra Cogliati. Intanto Mazzeo prende palla, passa ad Agnelli, poi Sarno, che tira, ma la palla viene deviata e messa fuori dagli avversari. Giallo per Riverola, segue una punizione battuta dalla Vibonese, pallone che finisce sopra la traversa. Anche Stroppa cambia, al 60′ esce Riverola entra Quinto.  La Vibonese si avvicina più volte dalle parti di Guarna, il Foggia rischia ben due volte di prendere un gol. Al 65′ arriva la prima rete di Mazzeo in rossonero. Ammonito Sabato. Intanto esce Chiricò, entra Maza. Per i rossoneri arriva anche il terzo gol con Sarno servito da Maza. Entra Di Curzio ed esce Saraniti per la Vibonese, mentre per il Foggia esce Agnelli per Padovan. Scalpitano i satanelli, accompagnati dai cori che i tifosi intonano fuori dallo stadio. Arriva il triplice fischio dell’arbitro, rossoneri a punteggio pieno dopo le prime tre partite.



In questo articolo: