Tagli a stipendi parlamentari, Sannicandro: “Non siamo mica metalmeccanici”

Stanno facendo discutere le parole di alcuni onorevoli pugliesi contrari a dimezzare gli stipendi in Parlamento. Sulla graticola Arcangelo Sannicandro, avvocato di Trinitapoli eletto con Sel. Il suo intervento è diventato virale sul web per le dichiarazioni utilizzate per confrontare la situazione e la posizione lavorativa dei politici italiani con quella dei metalmeccanici. L’onorevole, nel finale del suo intervento, si fa una domanda: “Chi siamo noi? Lavoratori subordinati dell’ultima categoria di metalmeccanici?”. 

Le ragioni del perché dimezzare gli stipendi parlamentari fin da subito penso siano chiare a tutti – commentano i 5 Stelle che per primi hanno diffuso il video -. Quello che non hanno il coraggio di dirvi, sono le continue giustificazioni che adducono per votare contro i nostri emendamenti per fissare l’indennità parlamentare a 5000 euro lordi e rendicontare i rimborsi per tutti i deputati, come già facciamo nel MoVimento 5 Stelle”.

Nel video spunta anche Angelo Cera, sindaco di San Marco in Lamis e parlamentare dell’Udc: “Vi servono un’informazione e una magistratura destabilizzate che vi aiutano”, ha detto riferendosi ai pentastellati. 





Change privacy settings