Smantellata la “masseria della droga” a San Severo. Scoperto giro di coca ed eroina, un arresto

13162274_10208954669934419_1140482503_n

Giuseppe Marinelli
Giuseppe Marinelli

Una masseria dove acquistare e consumare droga, alla maniera delle “vele” di Scampia a Napoli. I carabinieri di San Severo hanno smantellato una vera e propria “narco-sala” allestita nelle campagne vicine alla città dell’Alto Tavoliere. Grazie a pedinamenti e osservazioni, i militari hanno individuato la masseria all’interno della quale era predisposto tutto il necessario per la consumazione della droga appena acquistata. L’area era stata anche circondata con pannelli in lamiera per impedire a occhi indiscreti di osservare cosa accadesse all’interno. Ma la presenza di numerose auto parcheggiate nella zona e il via vai di giovani da quella masseria era troppo strano per gli uomini dell’Arma. Ecco perché i carabinieri hanno proseguito l’indagine con una perquisizione all’interno del casolare dove hanno recuperato 100 grammi di eroina, diverse dosi di cocaina già pronte per la vendita, un bilancino di precisione e ulteriore materiale per il confezionamento della droga oltre a circa 700 euro in banconote di piccolo taglio provento dell’attività di spaccio.

Le lamiere che coprivano l'area
Le lamiere che coprivano l’area

Dalle indagini è emerso che gli assuntori consumavano la sostanza nella masseria così da evitare problemi in caso di successivi controlli da parte delle forze dell’ordine. Al termine delle operazioni, è stato arrestato Giuseppe Marinelli, 29 anni, già noto agli inquirenti, per il reato di detenzione di droga ai fini di spaccio. Il giovane, infatti, si serviva della masseria per smerciare lo stupefacente. All’atto del controllo erano presenti altri 5 giovani, tutti trovati in possesso di una dose appena acquistata. Marinelli, intanto, è stato condotto nel carcere di Foggia.