Incontro galante al veleno, invita una donna a cena ma viene drogato e derubato. La polizia cerca “Anna”

narcotizzato

Brutta avventura per un 57enne di Foggia, narcotizzato e derubato da una donna 10 anni più giovane di lui. Anna, così gliel’ha presentata un suo vecchio amico, è finita a casa dell’uomo la sera del 16 marzo scorso. Una cena intima, organizzata attorno alle 19 e 30 nell’abitazione del 57enne, in via Nardella a Foggia (zona via Lucera, viale Giotto). I due hanno mangiato e bevuto vino ma la donna, forse approfittando di un momento di distrazione del padrone di casa, avrebbe introdotto del sonnifero nella bevanda. Il 57enne, infatti, ha perduto i sensi mentre era sul divano. In seguito la donna lo avrebbe accompagnato in camera da letto dove l’uomo si è definitivamente addormentato. Solo alle 18 del giorno dopo (ieri, 17 marzo), il 57enne si è risvegliato per poi accorgersi di essere stato derubato di 15 euro, chiavi di casa, telefono cellulare e auto, una Fiat Punto.

Nonostante la triste scoperta, l’uomo è nuovamente crollato sul letto, ancora stordito dalla sostanza narcotizzante. Solo più tardi il cognato, dopo averlo contattato telefonicamente invano, è giunto nell’abitazione trovando il parente a letto. Dopo averlo svegliato, i due hanno fatto la conta dei danni subiti, prima di contattare la polizia. Agli agenti la vittima ha spiegato che il suo amico gli aveva presentato Anna, una 47enne foggiana ma residente a Carapelle, raccontando di essere stato drogato dalla donna durante la cena. Ora la polizia è a caccia della signora ma anche dell’amico del 57enne, una persona conosciuta dalla vittima durante gli anni del militare.