Escalation criminale a San Severo, Miglio vede Bubbico. Sarà attivata un’unica centrale interforze

Ieri il sindaco di San Severo Francesco Miglio ha incontrato il senatore Filippo Bubbico, vice ministro dell’Interno, per discutere della sicurezza in città, anche a seguito della morte del pensionato Antonio Carafa, colpito nella sua abitazione qualche giorno fa. 

“Il vice ministro – fanno sapere da Palazzo Celestini – ha prestato molta attenzione e mostrato grande interessamento alla ormai molto attenzionata situazione locale confermando a Miglio di essersi già attivato in merito alle proposte emerse dal consiglio comunale dello scorso 25 gennaio sulla sicurezza. Durante l’incontro sono anche state approfondite altre questioni da mettere in atto per dare risposte alle istanze della collettività”.

“Con il vice ministro Bubbico – spiega il sindaco di San Severo– abbiamo attivato la procedura necessaria per candidare San Severo al programma “Mille occhi sulla città” che consentirebbe di avere un’unica centrale interforze che controllerebbe il territorio mediante il sistema di videosorveglianza pubblica e privata (banche, farmacie, tabacchi…). Le immagini inserite in tempo reale in un unico sistema consentirebbero di facilitare il compito delle forze dell’ordine e di prevenire reati sul territorio”. Il primo cittadino ha anche chiesto di attivare in città il progetto “Strade sicure” che prevede la presenza dei militari dell’esercito sul territorio urbano. “Il vice ministro pur confermando il massimo impegno sul tema – aggiunge Miglio – ha fatto presente che questa misura in occasione dell’anno giubilare è riservata agli eventi religiosi, pur riservandosi di compiere un approfondimento sulla questione per recepire tale istanza considerando la presenza in Capitanata di una meta religiosa come San Giovanni Rotondo”. Il primo cittadino ha anche reiterato la richiesta di costituzione del reparto di prevenzione anticrimine a San Severo, già formalizzata nei giorni scorsi, che sarà vagliata dal dipartimento ministeriale di competenza.

Miglio ha infine sollecitato la soluzione della questione relativa alle batterie sanseveresi, elemento di attrazione della Festa del Soccorso, al fine di trovare un inquadramento normativo per tutelare la tradizione ed evitare in futuro che si ripetano spiacevoli episodi di contrasto tra operatori, fedeli, fujenti e istituzioni. Il sindaco incontrerà nuovamente il viceministro a breve per concretizzare tutte le proposte e le idee all’attenzione del governo, che sono state recepite con interesse dallo stesso Bubbico.