Botti di Capodanno, 53enne perde la mano a Foggia. Dieci i feriti e furto in un ristorante

Lo scoppio di grossi petardi accesi per festeggiare il 2016 ha provocato a Foggia il ferimento più grave in Puglia: un uomo di 53 anni, a causa dell’esplosione di un gioco pirico che stava maneggiando, in via Castrillo, ha subito l’amputazione della mano sinistra. Dieci complessivamente i feriti in Capitanata, con prognosi fino a 30 giorni. Un ferito grave anche ad Andria:un 40enne ha perso due dita di una mano ed è ricoverato nel policlinico di Bari. Malesseri per eccessi alimentari e di alcol in piazza Libertà a Bari dove si è tenuto il concerto di fine d’anno con Gigi D’Alessio.

Sempre a Foggia diversi sono stati gli interventi dei Vigili del fuoco per alcuni bidoni della spazzatura andati a fuoco. Danneggiamenti ad alcune autovetture sono state segnalate a l’Immediato dai cittadini di Piazza Mercato. Alcuni sono stati incendiati accidentalmente per i petardi esplosi e altri sono risultati incendiati da vandali. In piazza XX settembre, sempre vandali hanno fatto cadere a terra tre bidoni facendo rovesciare per la strada tutto il loro contenuto. Sempre in nottata gli uomini del 115 sono intervenuti in via del Mare dove un’automobile è uscita fuori strada, ribaltandosi. L’automobilista è riuscito a uscire da solo dal mezzo, riportando fortunatamente solo lievi contusioni. In viale Pinto, un ristorante ha subito il furto dell’incasso: i ladri hanno divelto la vetrina riuscendo ad entrare nei locali fuggendo poi con quanto contenuto nel registratore di cassa. Il bottino è ancora da quantificare.