Aggredì marocchino a San Severo, scappa dai domiciliari e crea il caos in un negozio di scarpe. Fermato Cercone

Matteo Cercone

A San Severo è di nuovo protagonista Matteo Cercone, l’uomo di 39 anni che qualche mese fa ha aggredito un marocchino nei pressi del bar Opera, vicino il teatro Verdi. Un fatto che scosse l’intera comunità. Nel video della sorveglianza, infatti, l’episodio era stato immortalato in tutta la sua brutalità. Dopo l’arresto, Cercone era finito ai domiciliari ma qualche giorno fa è scappato per compiere l’ennesima violenza. L’uomo, in stato di ebbrezza, si è presentato in un negozio di San Severo pretendendo di ottenere delle scarpe gratis ma il titolare dell’attività si è opposto, allontanando Cercone. A quel punto è scoppiata una colluttazione tra il malvivente e il figlio dell’esercente commerciale. Quest’ultimo ha riportato una leggera contusione al piede sinistro. Cercone, invece, non contento, è uscito dal negozio e con un pugno ha infranto il finestrino posteriore dell’autovettura in uso al titolare dell’attività. Ora l’aggressore è ricoverato nell’ospedale di Foggia dove è tuttora piantonato.