Crollo di via De Amicis, il ricordo a un anno dalla tragedia. Ma ancora poche certezze per le famiglie sgomberate

Domani alle 18 presso lo stabile di via De Amicis 20 di Foggia, il sindaco Franco Landella, insieme ad altre Autorità civili e militari, deporrà una corona di alloro in ricordo del tragico evento del 3 giugno 2014, quando, a causa di una esplosione provocata da una fuga di gas di rete, morirono tre residenti e molti altri rimasero feriti. Lo scoppio, inoltre, provocò la distruzione di alcune abitazioni e compromise la staticità del fabbricato, con conseguente sgombero delle famiglie che lo abitavano e che ancor oggi non hanno avuto la possibilità di rientrare nei loro appartamenti.

Subito dopo la deposizione della corona di alloro, il sindaco, le altre Autorità ed i cittadini presenti si recheranno nella Cattedrale di Foggia, dove, alle 19, l’Arcivescovo di Foggia Vincenzo Pelvi celebrerà una messa in suffragio delle vittime.