Regionali, la galassia dei candidati nel centrodestra di Capitanata. L’unità non c’è, Emiliano esulta

Non sono bastate le ore notturne (fino alle 2) e l’aggiornamento mattutino (fino alle 14 di oggi) per sancire l’unità di un candidato governatore del centrodestra. L’incontro barese di ieri è stato segnato da un’ultima mediazione, Berlusconi che ripropone il ticket con Poli Bortone presidente e Schittulli vice. Raffaele Fitto non ha accettato, la schiera di coordinatori regionali è tornata nelle proprie sedi per riprendere una campagna elettorale che ormai sembra scritta nel segno di Emiliano.

Adriana Poli Bortone
Adriana Poli Bortone

Le previsioni degli esperti, data la spaccatura nella coalizione, ipotizzano in Capitanata  addirittura 5 consiglieri regionali per il  centrosinistra, 1 per Grillo (che si presenta per la prima volta in questa competizione pugliese) e 2 al centrodestra.

Le sfide del 31 maggio si giocano anche alle comunali in dieci centri della provincia, Manfredonia e Cerignola sono i comuni più grandi. I candidati contano anche su quest’onda partecipativa soprattutto nel centrodestra dove la mancanza di primarie – auspicate da Fitto, da Marmo e dalla Meloni – non ha mobilitato simpatizzanti ed iscritti nel periodo richiesto, da novembre, più o meno, fino all’ultimo periodo utile. Dunque si torna al punto di partenza.

Schittulli-Alleanza popolare

Gianni Di Lauro e Francesco Schittulli
Gianni Di Lauro e Francesco Schittulli

Lista Schittulli e Ncd, con la sigla ‘Alleanza Popolare’, marciano uniti. Ecco i nomi.

Da Cerignola Fabrizio Tatarella, una vita in politica nel centrodestra dal Msi a Futuro e Libertà di cui è stato anche coordinatore provinciale. Il candidato governatore ne ha auspicato l’impegno dalla prima ora.

Giannicola De Leonardis, consigliere regionale uscente, uno dei pupilli del segretario provinciale Franco Di Giuseppe che però smentisce questa sintonia. Originario del subappennino in cui conserva molti agganci, è quotato su Foggia insieme a Pasquale Cataneo, consigliere comunale, uno dei primi ad aderire al movimento Schittulli nel suo ruolo a Palazzo di Città. Con loro Gianni Di Lauro, ex consigliere provinciale nella giunta di Carmine Stallone. Foggia con Schittulli porta tre candidati.

Su Apricena c’è Paolo Dell’Erba, imprenditore nel settore estrattivo, presidente della squadra di calcio di San Severo (il suo slogan ‘Yes..’ si alterna fra gli spalti e i 6×3), assessore nella giunta di Antonio Potenza. 

Da Candela Nino Santarella, ex assessore provinciale all’agricoltura ed ex sindaco nel paese sui Monti Dauni.  Ha esordito con lo slogan elettorale ‘Io non sono barese’. Lucera candida Costantino Dell’Osso già senatore, sottosegretario, consigliere comunale e provinciale, dirigente, per molti anni perno del potere locale e non solo.

La lista ‘Oltre’ con Fitto

I cinque reali siti scelgono Peppino Moscarella che di Orta Nova è stato più volte sindaco, consigliere dai banchi dell’opposizione e a Palazzo Dogana consigliere provinciale. 

Moscarella e Giannatempo
Moscarella e Giannatempo

Lucio Ventura consigliere comunale in carica a Foggia, primo dei non eletti nel 2010 nella lista ‘La Puglia prima di Tutto’. Nessun dubbio, dove c’è Fitto c’è Ventura. Da San Nicandro Garganico Domenico Fallucchi, presidente del consiglio comunale imparentato con Fabio Porreca, presidente della Camera di Commercio di Foggia.

Ciro Persiano
Ciro Persiano

A Cerignola il sindaco Antonio Giannatempo si è dimesso per partecipare alle regionali insieme con Raffaele Fitto. Un guizzo dell’ultima ora che lo pone di fronte ad altri due candidati locali. Giuseppe Pica è consigliere regionale uscente. A Roma per il primo incontro dei ‘Ricostruttori’ insieme a Tarquinio e Ventura, ha ridato una rappresentanza regionale a Lucera dopo vari decenni di assenza. Da San Severo Ciro Persiano, ex consigliere comunale di ‘Alleanza di centro’ passata con il movimento di Schittulli di cui è vice coordinatore provinciale. 

Fratelli d’Italia e Fi, lo scacchiere è completo

Mentre Fratelli d’Italia completa la sua lista (Andrea Petito di Manfredonia e Giandonato La Salandra di Foggia sono i due avvocati di area che scenderebbero in campo), Forza Italia decide per Luigia Cirsone (presidente del Cif, centro italiano femminile) su Lucera.

Andrea Petito
Andrea Petito

Mauro Riccioni su San Severo, un assessorato ai tempi di Giuliano Giuliani e consigliere comunale con Gianfranco Savino, predecessore di Francesco Miglio.

Da Cerignola l’avvocato Antonio Grillo, ex coordinatore del Pdl. Sarà un ingegnere a rappresentare il subappennino mentre per il Gargano c’è Antonio Falco, consulente del lavoro a Ischitella. Inoltre, Michaela Di Donna, fresca di visita ad Arcore con suo cognato, il sindaco di Foggia Franco Landella, Giandiego Gatta, consigliere regionale uscente, e Luigi Miranda, presidente del consiglio comunale di Foggia.