Dario Stefàno accusa Riccardi: “Gestione da censurare. Pensa al partito e non alla comunità”

“La revoca della delega è una bruttissima pagina di politica, la motivazione che è stata data rappresenta la classica occasione persa per tacere”. Lo dichiara il senatore Dario Stefàno in  merito alla revoca dell’incarico assessorile ad Antonio Angelillis da parte del sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi.

“La sottolineatura del sindaco Riccardi nel motivare questa sua decisione – prosegue Stefàno – rende ancor più censurabile un’idea di gestione della amministrazione pubblica ispirata a equilibri di partito piuttosto che all’interesse della comunità. Ho già espresso la mia solidarietà ad Angelillis, che ha fatto una scelta in linea col percorso politico degli ultimi anni e che ha lavorato assiduamente per dare sostanza all’azione amministrativa. Resta da capire se la lettura politica che il  Pd di Manfredonia ha dato alla scelta di Angelillis di candidarsi con la nostra lista sia in sintonia con un indirizzo regionale: in tal caso è legittimo chiedersi se ha senso che “Noi a sinistra per la Puglia” sia impegnata a sostenere il candidato Presidente della Regione Puglia del centrosinistra, espressione oltre che segretario regionale del Partito Democratico.

Ci aspettiamo dunque – conclude Stefàno – che Michele Emiliano ci faccia conoscere il suo pensiero, poiché la nostra lista e Tonino Angelillis sono impegnati a raccogliere consensi e dare  qualche ragione in più per votarlo”.