Minorenni malviventi, giovane arrestato a San Severo per rapina al Pro Shop. Caccia a due complici

Due agenti del Commissariato di polizia di San Severo, liberi dal servizio, hanno tratto in arresto un minore responsabile, nella serata di ieri, di una rapina a mano armata, in concorso con altri due giovani riusciti a far perdere le proprie tracce, al Pro Shop di viale due giugno.

I malviventi, appena fuori dal negozio rapinato, sono stati inseguiti a piedi da una guardia giurata della Sever Security, in servizio antirapina presso un vicino esercizio commerciale, il quale dopo aver esploso dei colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio, notata la presenza di un rapinatore armato, è caduto rovinosamente a terra nel tentativo di cercare copertura.

La concitata sequenza ha attirato l’attenzione dei due poliziotti che, dopo aver terminato il loro servizio, hanno ripercorso la strada in senso opposto alla via di fuga dei malviventi, che nel frattempo sono stati inseguiti a piedi da un dipendente del Pro Shop lungo la vicina via T. Appulo dove, poco dopo, è stato arrestato il minore intercettato dai due agenti.

Dopo aver ammanettato l’arrestato, gli agenti hanno recuperato a terra la pistola, poi risultata essere priva del tappo rosso e del tutto simile ad un arma vera, della quale lo stesso si era liberato poco prima dell’arresto.

Nei pressi di via T. Appulo, è stato recuperato anche un lungo coltello da cucina utilizzato per compiere la rapina da uno dei fuggitivi, oltre agli indumenti utilizzati per il travisamento, sui quali verranno eseguiti i dovuti accertamenti.

Dopo aver sentito vittime e testimoni, e dopo aver accertato l’identità dell’arrestato, la Procura della Repubblica del Tribunale per i Minorenni di Bari ha disposto il trasferimento del giovane presso l’Istituto di Prima Accoglienza “Fornelli” di Bari.



In questo articolo: