Perseguita l’ex fidanzata di Foggia con appostamenti ed sms h24. In manette dopo un anno da incubo

Lo stalker di turno questa volta è Luca Francesco Maria Pazienza, classe ’84 residente a San Severo. La vittima è invece la sua ex fidanzata, di Foggia.

Lo stalker di turno questa volta è Luca Francesco Maria Pazienza, classe ’84 residente a San Severo. La vittima è invece la sua ex fidanzata, di Foggia. I carabinieri hanno arrestato il 31enne per atti persecutori ai danni della ragazza, pochi anni più giovane di Pazienza. La coppia si era separata a febbraio dello scorso anno perché la vittima, stanca dei comportamenti ossessivi dell’uomo, aveva deciso di troncare la relazione. Ma Pazienza non ha mai accettato la fine del rapporto continuando a perseguitare la sua ex con sms, chiamate a qualsiasi ora, anche di notte, circa un centinaio al giorno, e portandosi più volte nell’abitazione nel tentativo di vederla. Ormai la ragazza poteva uscire di casa solo se accompagnata da parenti o amici. Non solo. Dovette cambiare numero di telefono del proprio cellulare e quello fisso dell’abitazione della famiglia. Ha anche abbandonato la palestra che frequentava sospendendo persino gli studi universitari lasciando la Puglia per alcuni mesi, trasferendosi in altra regione.

Tornata a Foggia, la situazione si è ripresentata. Pazienza, non riuscendo più a comunicare con la ragazza, si è recato sotto l’abitazione della donna, sferrando calci al portone nel tentativo di entrare e attendendo che uscisse. In un’occasione si è fermato sotto casa per un giorno intero e persino durante la notte.

La giovane, all’ennesimo appostamento sotto casa e temendo per la propria incolumità e per quella dei suoi familiari, ha trovato il coraggio di chiamare i carabinieri che, intervenuti sul posto, hanno constatato che Pazienza non aveva alcuna intenzione di allontanarsi e che le sue intenzioni persecutorie erano attuali e pericolose. Il 31enne è stato ammanettato e trasferito nel carcere di Foggia.