Auditorium Santa Chiara, tentato furto nella notte. Volpe: “Segnale pericoloso e preoccupante”

Tentato furto nella notte all’Auditorium Santa Chiara. Ignoti hanno provato a forzare il portone d’ingresso in Piazza Santa Chiara – presumibilmente con un piede di porco – ma non sono riusciti ad entrare nella struttura dotata di un sistema di videosorveglianza esterno e di allarme.

Tentato furto nella notte all’Auditorium Santa Chiara. Ignoti hanno provato a forzare il portone d’ingresso in Piazza Santa Chiara – presumibilmente con un piede di porco – ma non sono riusciti ad entrare nella struttura dotata di un sistema di videosorveglianza esterno e di allarme. E proprio i nastri delle registrazioni sono attualmente al vaglio per individuare gli autori dell’effrazione. In queste ore si sta procedendo anche alla denuncia alle autorità competenti.

“Questo tentativo di effrazione rappresenta un grave e pericoloso segnale di una situazione di insicurezza e, purtroppo, anche di degrado sociale e morale in cui versa la nostra città, in particolare il centro storico. – Ha dichiarato il professor Volpe , presidente della fondazione Apulia felix. – Questo gesto delinquenziale mi preoccupa e mi rattrista molto anche perché giunge a conclusione di una straordinaria settimana di eventi culturali, organizzati per festeggiare l’apertura dell’Auditorium Santa Chiara, che ha registrato un grande successo di critica e un’ampia partecipazione della cittadinanza. Ieri sera abbiamo assistito ad uno splendido concerto di Gianni Pellegrini e della sua band che ha appassionato il pubblico intervenuto numeroso dimostrando, così come nelle serate precedenti, apprezzamento ed entusiasmo. Rivolgo, quindi, un appello a tutte le forze dell’ordine, già molto attive nella difficile azione di prevenzione e repressione di varie forme di criminalità diffusa – che ringrazio per il loro impegno -, alle istituzioni locali ma anche ai cittadini, perché siano vicini e sostengano gli sforzi che la Fondazione Apulia felix sta coraggiosamente compiendo nel recupero e valorizzazione di importanti edifici storici come l’Auditorium Santa Chiara e nella rivitalizzazione del centro storico. Un invito a combattere tutti insieme gli episodi criminali con l’affermazione della legalità ma un invito anche ad essere cittadini che operano nella quotidianità per la crescita culturale e sociale di Foggia e della Capitanata attraverso piccoli gesti di senso civico, di rispetto dell’ambiente e delle regole. Accanto alle numerose manifestazioni di apprezzamento pervenute in questa prima settimana di attività non posso infatti, non evidenziare anche il comportamento deplorevole di molti cittadini che hanno continuato a parcheggiare le loro auto e a sporcare con immondizia e rifiuti piazza Santa Chiara. Restare passivi davanti all’indecenza significa non amare la nostra città. Chi si lamenta ma non fa nulla, diventa complice. Con l’auspicio che il tentativo di furto di stanotte rimanga un episodio isolato, invito i cittadini foggiani a non alimentare il degrado e la volgarità, la maleducazione e l’indifferenza ma a reagire per difendere la nostra città e il bene comune”.