Ecco la squadra di Antonio Potenza nell’ex roccaforte “rossa” Apricena. In giunta 3 donne e 2 uomini

Fa il bis dopo 64 anni di governo rosso ad Apricena Antonio Potenza, eletto sindaco al primo turno e con la giunta già pronta. Non c’è tempo da perdere, “oggi non è semplice indossare la fascia tricolore, ma giustizia è fatta- dice- in due anni li abbiamo battuti due volte”.

Comizio di ringraziamento

Fa il bis dopo 64 anni di governo rosso ad Apricena Antonio Potenza, eletto sindaco al primo turno e con la giunta già pronta. Non c’è tempo da perdere, “oggi non è semplice indossare la fascia tricolore, ma giustizia è fatta- dice- in due anni li abbiamo battuti due volte”.  Si riferisce al “disarcionamento” nel 2002 perché alcuni consiglieri “tramarono con la minoranza”. Nello stesso periodo, fu combattuta a furor di popolo la battaglia contro il cementificio, un progetto di insediamento che è poi sfumato. In qualche anno di commissariamento si erano bloccati 2 milioni e mezzo di finanziamento per lavori pubblici, nuovamente resi disponibili.

Si ripartirà da qui dopo l’insediamento del consiglio e degli assessori il prossimo 11 giugno a Casa Matteo Salvatore. Lo spirito con cui si accinge al nuovo mandato è di “lavorare insieme perché la gente non ne può più di guerre tra bande”. Ha vinto con ‘Uniti per cambiare’ superando l’altra civica ‘Democraticamente’ di Michele Lacci.      Nella giunta 3 donne e 2 uomini. “Abbiamo valorizzato le quote rosa, io credo molto nelle donne”, scrive Potenza.

Questa è la squadra scelta.   Anna Maria Torelli, vicesindaco e assessore alla bellezza con delega a cultura, gemellaggi, scuola, politiche scolastiche, servizi educativi, Pari opportunità, Università.

Carla Antonacci, assessore alla sostenibilità. Si occuperà di servizi alla città, servizi cimiteriali, demografici, mobilità e Trasporti, verde pubblico.
Agata Soccio, assessore alla solidarietà (politiche per la famiglia, casa, anziani, servizi sociali, politiche dell’immigrazione e della cooperazione).
Giuseppe Solimando, assessore alla operatività (agricoltura, protezione civile, ricerca finanziamenti nazionali e comunitari, Igiene urbana, vigili urbani, pubblica sicurezza, legalità). Paolo Dell’Erba, assessore alla crescita e rapidità (attività produttive, lavori pubblici, urbanistica, edilizia, valorizzazione pietra di Apricena).
Katia Biondi (consigliere con delega alla trasparenza amministrativa, controllo di gestione, attuazione del programma).
Vincenzo Ferullo (consigliere comunale e presidente del consiglio comunale).
Ivan Augelli (consigliere comunale con delega al turismo, spettacolo, valorizzazione quartiere sacra famiglia).
Michele Di Maio (consigliere comunale con delega al controllo del contenzioso legale).
Giuseppe Specchiulli  (consigliere comunale con delega alla sanità pubblica, salute, ambiente, territorio) Nazario di Lella (consigliere comunale con delega alle attività inerenti il commercio, valorizzazione centro storico).
Restano al sindaco le deleghe al bilancio, gestione del personale, sport e politiche giovanili. “Nell’ottica della valorizzazione delle iniziative- prosegue Potenza- che provengono dalla cittadinanza, abbiamo accolto la richiesta di un gruppo di giovani di Apricena che, gratuitamente, si sono proposti di effettuare attività di street art e cura del verde pubblico per la  struttura abbandonata del carcere di Apricena e che già dai prossimi giorni inizieranno a lavorare offrendo il proprio contributo alla Comunità”. Altre figure sono previste “per dare efficienza agli uffici comunali”.