Scalfarotto a Marasco: “Fai chiarezza sull’Udc”. La replica: “Progetto chiaro”

Ivan Scalfarotto, deputato pugliese e sottosegretario alle Riforme istituzionali, solleva dubbi sull’ingresso dell’idc nella coalizione che sostiene Augusto Marasco (Pd) a sindaco di Foggia.

 

 

 

 

 

 

 

 

“L’ingresso dell’Udc nella coalizione che sostiene Augusto Marasco a sindaco di Foggia desta diverse perplessità”. Lo sostiene il sottosegretario alle Riforme Istituzionali e deputato pugliese Ivan Scalfarotto. “Il problema non è ideologico – prosegue l’esponente Pd – ma di correttezza e linearità di fronte ai cittadini. Augusto Marasco è infatti il legittimo vincitore di primarie aperte di coalizione, alle quali l’Unione di Centro non ha partecipato. È questo schieramento che lo ha designato, ed è questo schieramento che ha l’onore e l’onere di rappresentare”.

“È evidente – rileva il sottosegretario – che per battere una destra pericolosa e aggressiva serve uno spirito inclusivo. Ma è la coalizione nel suo insieme a doversi esprimere, senza immaginare improbabili ed indesiderabili rapporti fiduciari ‘singoli’ con il sindaco designato. Abbiamo scelto Augusto Marasco e siamo impegnati a sostenerlo in una competizione difficile – conclude Scalfarotto – perché è il candidato sindaco del centrosinistra, non il candidato sindaco di ‘chi ci sta’. Impostazioni diverse condurrebbero ad una paradossale delegittimazione delle primarie proprio da parte di chi le ha vinte. Penso che sia interesse suo e di chi ha promosso la sua candidatura prevenire ogni possibile equivoco in merito”.

Immediata la replica di Marasco: “Il comunicato stampa diffuso sabato scorso dall’UDC si apre a pochi equivoci: dice che il Comitato cittadino ‘alla unanimità ha deliberato di aderire al progetto che vede Augusto Marasco candidato sindaco del centrosinistra’. Mi pare chiara tanto l’adesione a uno schieramento, quanto quella a un progetto che ho marcato con i caratteri della pluralità e dell’inclusività sin dalla campagna delle primarie. Sono certo che l’onorevole Scalfarotto saprà riconoscerne i limpidi elementi di innovazione non appena il centrosinistra si concentrerà sui concreti temi programmatici su cui sto lavorando da ormai tre settimane allo scopo di mobilitare le energie migliori della città”.