Piccoli studenti trasformano via Arpi in un’antica città daunia. Ecco “I Musei raccontano la Puglia”

Fino al 31 marzo 2500 bambini parteciperanno ad un viaggio nella storia non come semplici spettatori ma come piccoli abitanti della Daunia creando un flusso culturale e creativo tra il Museo Civico e il Museo del Territorio



Creare un ponte tra i musei e i piccoli cittadini: è questo il fine dell’iniziativa presentata questa mattina nella Sala “Mazza” del Museo Civico di Foggia, dal titolo “Dauni Junior”, nell’ambito del progetto “I Musei raccontano la Puglia”. La proposta di fruizione è ideata dall’Associazione di Promozione Sociale “Mira”, ha avviato tramite la Regione la prima sperimentazione di rete tra le istituzioni culturali delle città pugliesi. In attuazione della L. R. n. 67/2017 s’intende sperimentare la realizzazione di iniziative finalizzate alla promozione educativa e culturale, alla valorizzazione dei musei, alla organizzazione di attività ludico-educative per bambini e ragazzi fino ai 13 anni.

A Foggia così nasce per la prima volta un hub, il coordinamento tra istituzioni diverse, interculturale, grazie al quale si incrociano due musei e un istituto scolastico per un uso sempre più qualificato e condiviso del patrimonio. “Dauni Junior” racconta la storia dell’antico popolo che visse nel nostro territorio, con una formula nuova e coinvolgente: trasformerà via Arpi e i due musei coinvolti, il Museo Civico e il Museo del Territorio, in un’antica città daunia. I 2500 bambini degli Istituti scolastici della rete che l’I.C. “Santa Chiara-Pascoli-Altamura” coordinerà come capofila, parteciperanno ad un viaggio nella storia non come semplici spettatori ma come piccoli abitanti della Daunia, indossando abiti di scena con il supporto dell’archeologhe dell’associazione Mira e con il coinvolgimento della Piccola Compagnia Impertinente.

I musei si trasformano sempre di più in luoghi in cui si diventa consapevoli, in cui si vivono splendide esperienze scientifiche, in cui si creano legami. Il progetto pertanto avvicina la storia e l’archeologia del territorio alla curiosità dei bambini delle scuole dell’Infanzia: “Sorriso del sole”, “La casa dei bambini”, “Iridella”, “San Michele Arcangelo” e “Kindergarten” e delle scuole primarie e secondarie: “Pascoli-Santa Chiara -Altamura”, “Marcelline”, “Manzoni Radice”. “San Giuseppe”, “De Amicis-Pio XII”. Fino al 31 marzo “Dauni Junior” creerà un flusso culturale e creativo tra i due musei situati in  via Arpi, l’arteria storica più importante della città di Foggia.

Un percorso virtuoso dunque nel cuore della città, da un capo dall’altro di via Arpi, lì dove risiedono i due poli della cultura, Museo Civico e Museo del Territorio. Al centro dell’antica via del centro storico l’Istituto primario “Santa Chiara”. “Foggia è il primo comune pugliese che presenta la stagione dei servizi ai bambini – spiega Silvia Pellegrini, dirigente sezione Valorizzazione Territoriale Regione Puglia -. Sono stati stanziati ulteriori 150mila euro che serviranno per potenziare ulteriori servizi rivolti ai giovani fruitori”.

Alla presentazione del progetto hanno preso parte Anna Paola Giuliani – Assessore alla Cultura Comune di Foggia, Carlo Dicesare – Dirigente Servizio Cultura Comune di Foggia, Gabriella Berardi -­Direttore Polo BiblioMuseale  di Foggia  e Mariolina Goduto – Dirigente Istituto Comprensivo “Santa Chiara-Pascoli-Altamura” e Luciana Stella dell’associazione “Mira”.

Partner dell’iniziativa  l’Assessorato alla Cultura del Comune, l’Assessorato industria turistica e culturale, il Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio – Sezione valorizzazione territoriale della Regione Puglia, Il Polo BiblioMuseale di Foggia e l’Istituto Comprensivo “Santa Chiara-Pascoli-Altamura”.

Ultima modifica: 6 novembre 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione